STORIA DELL'ITALIA CONTEMPORANEA B

Insegnamento
STORIA DELL'ITALIA CONTEMPORANEA B
Insegnamento in inglese
Contemporary Italian History B
Settore disciplinare
M-STO/04
Corso di studi di riferimento
LETTERE MODERNE
Tipo corso di studio
Laurea Magistrale
Crediti
6.0
Ripartizione oraria
Ore Attività frontale: 30.0
Anno accademico
2019/2020
Anno di erogazione
2020/2021
Anno di corso
2
Lingua
ITALIANO
Percorso
PERCORSO COMUNE
Sede
Lecce

Descrizione dell'insegnamento

Il programma dell'insegnamento è provvisorio e potrebbe subire delle modifiche
  • Conoscenza della storia dell’età contemporanea, con particolare riferimento alle questioni e alle periodizzazioni della storia d’Italia nei secc. XIX-XX
  • Conoscenza della metodologia di base della ricerca storica

Il corso intende approfondire la storia dell’Italia risorgimentale, con particolare attenzione a temi, protagonisti, caratteri e interpretazioni principali del Risorgimento italiano. Nello specifico, alla luce delle più recenti acquisizioni storiografiche, il corso si soffermerà sul ruolo del Mezzogiorno d’Italia, inserito in una visione globale e indagato sul fronte dei canali della politica che vi si innescarono nel corso del XIX secolo, dei diversi patriottismi e delle complesse dinamiche che portarono al crollo del Regno delle Due Sicilie e allo sviluppo del “grande brigantaggio”

  • Conoscenza degli orientamenti storiografici sul tema affrontato
  • Abilità di approfondimento di questioni che privilegiano scale di analisi diverse e tagli spaziali regionali
  • Conoscenza delle categorie concettuali e dei paradigmi esplicativi per l’interpretazione critica dei fatti storici indagati
  • Capacità di riconoscere le questioni chiave e gli elementi di prova fattuale più importanti

L’attività didattica prevede lezioni frontali. Sono possibili sussidi multimediali e attività seminariali

L’esame è individuale, è valutato in trentesimi e si svolge in forma orale con domande aperte volte a verificare:

  • le abilità comunicative nell’esporre i contenuti del corso, che dovranno essere illustrati in modo pertinente e chiaro rispetto alle domande poste in sede d’esame, secondo prospettive d’analisi spazio-temporale storiograficamente corrette e attraverso l’uso di un linguaggio disciplinare specifico (terminologia socio-politica, giuridico-economica, ecc.)
  • le competenze acquisite in termini di conoscenza e comprensione del testo storiografico e di consapevolezza dei significati delle categorie concettuali e dei paradigmi esplicativi delle questioni affrontate
  • l’autonomia di pensiero nell’argomentare adeguatamente di fatti storici, nell’individuazione tra essi delle interdipendenze e delle relazioni nascoste, nel commento alle tesi interpretative, nel riconoscimento delle questioni-chiave e degli elementi di prova fattuale più importanti.

Ciascuno dei tre criteri è valutato sulla base di una scala di giudizi a quattro livelli (insufficiente, sufficiente, buono, ottimo) fino ad un massimo di 10/30 per ogni criterio.

Per gli studenti frequentanti è prevista orientativamente a metà dicembre una prova orale di verifica parziale sui processi più ampi riguardanti il Risorgimento italiano (volume di A.M. Banti)

2020:

  • 10 settembre;
  • 4 novembre (straordinario riservato a studenti fuori corso, in debito d’esame e laureandi della sessione autunnale);

2021:

  • 21 gennaio;
  • 24 febbraio;
  • 7 aprile (riservato a studenti in debito d’esame e agli esami del I semestre a. a. 2020-21);
  • 19 maggio (straordinario riservato a laureandi della sessione estiva che hanno terminato le lezioni del I semestre e a studenti fuori corso);
  • 7 giugno;
  • 23 giugno;
  • 15 luglio;
  • 9 settembre;
  • 26 ottobre (straordinario riservato a laureandi, fuori corso e studenti iscritti in corso all’ultimo anno dei corsi di laurea triennale e di laurea magistrale che hanno terminato le lezioni del II semestre).

Gli esami si svolgeranno presso il Monastero degli Olivetani, I piano, studio n. 14

Non sono previste differenze rispetto ai testi da studiare tra studenti frequentanti e studenti non frequentanti

Insegnamento di “Storia dell’Italia contemporanea – mod. B”

Corso di Laurea Magistrale in Lettere Moderne

 

A.A. 2020-2021 – docente titolare: prof.ssa Elisabetta Caroppo

Semestre I
Crediti 6 - 30 ore

 

1) Presentazione e obiettivi del corso

Il corso intende approfondire la storia dell’Italia risorgimentale, con particolare attenzione a temi, protagonisti, caratteri e interpretazioni principali del Risorgimento italiano. Nello specifico, alla luce delle più recenti acquisizioni storiografiche, il corso si soffermerà sul ruolo del Mezzogiorno d’Italia, inserito in una visione globale e indagato sul fronte dei canali della politica che vi si innescarono nel corso del XIX secolo, dei diversi patriottismi e delle complesse dinamiche che portarono al crollo del Regno delle Due Sicilie e allo sviluppo del “grande brigantaggio”

 

Bibliografia

Sui processi più ampi riguardanti il Risorgimento italiano:

A.M. Banti, Il Risorgimento italiano, Roma-Bari, Laterza, 2009

 

Sul rapporto del Mezzogiorno con il Risorgimento italiano:

S. Lupo, L’unificazione italiana. Mezzogiorno, rivoluzione, guerra civile, Roma, Donzelli, 2011

oppure

R. De Lorenzo, Borbonia felix. Il Regno delle Due Sicilie alla vigilia del crollo, Salerno, Aculei, 2013

 

2) Conoscenze e abilità da acquisire

  • Conoscenza degli orientamenti storiografici sul tema affrontato
  • Abilità di approfondimento di questioni che privilegiano scale di analisi diverse e tagli spaziali regionali
  • Conoscenza delle categorie concettuali e dei paradigmi esplicativi per l’interpretazione critica dei fatti storici indagati
  • Capacità di riconoscere le questioni chiave e gli elementi di prova fattuale più importanti

 

3) Prerequisiti

  • Conoscenza della storia dell’età contemporanea, con particolare riferimento alle questioni e alle periodizzazioni della storia d’Italia nei secc. XIX-XX
  • Conoscenza della metodologia di base della ricerca storica

 

4) Docenti e collaboratori coinvolti nel modulo didattico

Nessuno

 

5) Metodi didattici e modalità di esecuzione delle lezioni

L’attività didattica prevede lezioni frontali. Sono possibili sussidi multimediali e attività seminariali

 

6) Materiale didattico

Su eventuale indicazione della docente

 

7) Modalità di valutazione degli studenti

L’esame è individuale, è valutato in trentesimi e si svolge in forma orale con domande aperte volte a verificare:

  • le abilità comunicative nell’esporre i contenuti del corso, che dovranno essere illustrati in modo pertinente e chiaro rispetto alle domande poste in sede d’esame, secondo prospettive d’analisi spazio-temporale storiograficamente corrette e attraverso l’uso di un linguaggio disciplinare specifico (terminologia socio-politica, giuridico-economica, ecc.)
  • le competenze acquisite in termini di conoscenza e comprensione del testo storiografico e di consapevolezza dei significati delle categorie concettuali e dei paradigmi esplicativi delle questioni affrontate
  • l’autonomia di pensiero nell’argomentare adeguatamente di fatti storici, nell’individuazione tra essi delle interdipendenze e delle relazioni nascoste, nel commento alle tesi interpretative, nel riconoscimento delle questioni-chiave e degli elementi di prova fattuale più importanti.

Ciascuno dei tre criteri è valutato sulla base di una scala di giudizi a quattro livelli (insufficiente, sufficiente, buono, ottimo) fino ad un massimo di 10/30 per ogni criterio

 

8) Possibilità di sostenere esami parziali

Per gli studenti frequentanti è prevista orientativamente a metà dicembre una prova orale di verifica parziale sui processi più ampi riguardanti il Risorgimento italiano (volume di A.M. Banti)

 

 

9) Modalità di prenotazione all’esame

Gli studenti sono tenuti a prenotarsi per l’esame finale e per la prova parziale utilizzando esclusivamente le modalità previste dal sistema VOL

 

10) Date degli appelli

2020:

  • 10 settembre;
  • 4 novembre (straordinario riservato a studenti fuori corso, in debito d’esame e laureandi della sessione autunnale);

2021:

  • 21 gennaio;
  • 24 febbraio;
  • 7 aprile (riservato a studenti in debito d’esame e agli esami del I semestre a. a. 2020-21);
  • 19 maggio (straordinario riservato a laureandi della sessione estiva che hanno terminato le lezioni del I semestre e a studenti fuori corso);
  • 7 giugno;
  • 23 giugno;
  • 15 luglio;
  • 9 settembre;
  • 26 ottobre (straordinario riservato a laureandi, fuori corso e studenti iscritti in corso all’ultimo anno dei corsi di laurea triennale e di laurea magistrale che hanno terminato le lezioni del II semestre).

Gli esami si svolgeranno presso il Monastero degli Olivetani, I piano, studio n. 14

 

11) Commissione d’esame

Proff. Elisabetta Caroppo (presidente), Michele Romano, Giuseppe Patisso, Valerio Vetta

Sui processi più ampi riguardanti il Risorgimento italiano:

A.M. Banti, Il Risorgimento italiano, Roma-Bari, Laterza, 2009

 

Sul rapporto del Mezzogiorno con il Risorgimento italiano:

S. Lupo, L’unificazione italiana. Mezzogiorno, rivoluzione, guerra civile, Roma, Donzelli, 2011

oppure

R. De Lorenzo, Borbonia felix. Il Regno delle Due Sicilie alla vigilia del crollo, Salerno, Aculei, 2013

Semestre
Primo Semestre (dal 21/09/2020 al 15/01/2021)

Tipo esame
Non obbligatorio

Valutazione
Orale - Voto Finale

Orario dell'insegnamento
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Scarica scheda insegnamento (Apre una nuova finestra)(Apre una nuova finestra)