ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI

Insegnamento
ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI
Insegnamento in inglese
Economics of financial intermediaries
Settore disciplinare
SECS-P/11
Corso di studi di riferimento
GIURISPRUDENZA
Tipo corso di studio
Laurea Magistrale
Crediti
8.0
Ripartizione oraria
Ore Attività frontale: 60.0
Anno accademico
2016/2017
Anno di erogazione
2018/2019
Anno di corso
3
Lingua
ITALIANO
Percorso
EUROPEO E INTERNAZIONALE
Docente responsabile dell'erogazione
STEFANELLI Valeria
Sede
Lecce

Descrizione dell'insegnamento

Conoscenze dei modelli di governance, dei processi di gestione, organizzazione e funzionamento delle imprese in generale

Elementi di base di calcolo statistico

Il corso si propone di fornire le conoscenze teoriche ed applicative del funzionamento del sistema finanziario, con particolare attenzione agli aspetti normativi, di vigilanza internazionale e nazionale e di compliance dell'attività di intermediazione finanziaria. Un ulteriore approfondimento è rivolto ai profili tecnici dei servizi finanziari tipici nella prospettiva di analisi delle controversie stragiudiziali tra banca e cliente

Conoscenze e comprensione:

Al termine del corso, gli studenti acquisiranno la conoscenza e la comprensione delle finalità e del funzionamento del sistema finanziario di un Paese, con particolare riferimento alla normativa ed alle  caratteristiche di gestione dell'attività di intermediazione finanziaria e creditizia ed alle condizioni di redditività e rischio dei servizi offerti al mercato

Capacità di applicare conoscenze e comprensione

Capacità di comprendere l'assetto normativo e di vigilanza di un sistema finanziario

Capacità di analizzare i modelli di governance,  organizzativi e distributivi di un intermediario

Capacità di comprendere i fabbisogni finanziari di soggetti in surplus-deficit di risorse e selezionare adeguati strumenti finanziari

Capacità di identificare il profilo finanziario di uno strumento finanziario

Capacità di comprendere le principali criticità delle norme sui servizi finanziari  su cui vertono i ricorsi stragiudiziali tra banca e cliente

Autonomia di giudizio

Il corso consente agli studenti di acquisire autonomia di giudizio nella comprensione degli aspetti normativi e dei soggetti che caratterizzano il sistema finanziario e di valutazione dei possibili aspetti di criticità nell'offerta commerciale di servizi finanziari

 Abilità comunicative

Capacità di comunicare e presentare, anche con utilizzo di linguaggio tecnico appropriato, le componenti ed i meccanismi di funzionamento e di un sistema finanziario

Capacità di descrivere, anche con utilizzo di linguaggio tecnico appropriato, i profili normativi, tecnici ed operativi dell'attività di intermediazione finanziaria

Capacità di apprendimento

Il corso consente agli studenti di apprendere le finalità, le componenti ed i meccanismi di funzionamento di un sistema finanziario nell'ambito delle dinamiche di un sistema economico reale di un Paese, cogliendo le problematiche di compliance che caratterizzano l'attività di un intermediario finanziario

Lezioni tradizionali, analisi di casi e ricorsi stragiudiziali, project work individuali e di gruppo, seminari e testimonianze esterne

L’esame si svolge in forma orale.

Nel corso dell'anno potranno essere effettuate delle verifiche intermedie, al mero scopo di agevolare la preparazione dell’esame. Conoscenza e comprensione dei temi oggetto di studio e la relativa capacità di applicarli nell'operatività bancaria saranno accertate attraverso uno o più quesiti relativi ai concetti basilari della materia. L’autonomia di giudizio sarà verificata attraverso uno o più quesiti volti ad accertare l’attitudine ad applicare le nozioni apprese a problemi specifici scaturenti dalla disciplina.

Le capacità di comunicazione saranno testate nel corso dell’intero esame orale, anche prevedendo la possibilità di svolgere tesine o lavori di gruppo.

La capacità di apprendimento verrà verificata in particolare, una volta accertata la conoscenza e la comprensione degli aspetti di base della materia, attraverso uno o più quesiti complessi, legati alla realtà che caratterizza gli intermediari finanziari, che documentino l’attitudine dello studente a porre in relazione argomenti più articolati con i principi di base della disciplina bancaria.

Si consiglia vivamente la frequenza alle lezioni

Parte I - Regolamentazione, vigilanza e controlli

Regolamentazione, supervisione e i controlli interni

Politica monetaria e ruolo della BCE

La tutela del consumatore di servizi finanziari

Parte II - I fondamenti dell'intermediazione finanziaria

Il sistema reale, il sistema finanziario e l'intermediazione

Le teorie dell'intermediazione finanziaria

I rischi dell'intermediazione finanziaria

Parte III - Gli strumenti ed i mercati finanziari

Gli strumenti finanziari: aspetti tecnici, di redditività e di rischio

I mercati finanziari e le condizioni di efficienza

Parte III -  Le attività di intermediazione e gli intermediari finanziari

L'intermediazione creditizia

L'intermediazione mobiliare

Parte IV -  Le controversie stragiudiziali tra banche e clienti

Analisi economica delle principali motivazioni nei ricorsi stragiudiziali presso Arbitro Bancario Finanziario

Il ruolo della funzione di compliance nelle banche

Nadotti L., Porzio C., Previati D., Economia degli intermediari finanziari, McGraw-Hill, Ultima Edizione

Ulteriori materiali didattici saranno forniti dal docente nel corso delle lezioni

Semestre
Primo Semestre (dal 17/09/2018 al 07/12/2018)

Tipo esame
Non obbligatorio

Valutazione
Orale - Voto Finale

Orario dell'insegnamento
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Scarica scheda insegnamento (Apre una nuova finestra)