DIRITTO AMMINISTRATIVO EUROPEO

Insegnamento
DIRITTO AMMINISTRATIVO EUROPEO
Insegnamento in inglese
EUROPEAN ADMINISTRATIVE LAW
Settore disciplinare
IUS/10
Corso di studi di riferimento
GIURISPRUDENZA
Tipo corso di studio
Laurea Magistrale
Crediti
8.0
Ripartizione oraria
Ore Attività frontale: 60.0
Anno accademico
2016/2017
Anno di erogazione
2019/2020
Anno di corso
4
Lingua
ITALIANO
Percorso
CLASSICO
Docente responsabile dell'erogazione
VETRO' Francesco
Sede
Lecce

Descrizione dell'insegnamento

Lo Studente deve possedere una adeguata conoscenza dei principi e degli istituti del diritto europeo e del diritto amministrativo italiano. È richiesta la competenza nell’uso dei principali motori di ricerca bibliografica e giurisprudenziale. È propedeutico l’esame di Diritto amministrativo e di Diritto dell’Unione Europea.

Il corso ha ad oggetto lo studio dell’amministrazione europea e dell’attività amministrativa delle Istituzioni europee e delle Amministrazioni nazionali nei rapporti con esse.

1. Conoscenza e comprensione: lo studio del Diritto amministrativo europeo conduce lo Studente alla conoscenza dell’attività amministrativa delle Istituzioni europee e delle Amministrazioni nazionali che con esse intrattengono rapporti, nonché alla comprensione dei principi e concetti giuridici cardine della materia. 

2. Capacità di applicare conoscenza e comprensione: si mira altresì a favorire l’acquisizione dei profili applicativi della materia, in connessione con un consapevole uso degli strumenti critici tipici della disciplina del diritto europeo e del diritto amministrativo nazionale. In particolare, nell’ambito del corso sarà dedicata particolare cura all’esame della giurisprudenza rilevante ed alla discussione dei principali casi, in modo da consentire allo Studente di acquisire conoscenze pratiche e capacità di interlocuzione mediante l’uso del linguaggio giuridico. 

3. Autonomia di giudizio: attraverso lo studio del Diritto amministrativo europeo lo Studente può acquisire flessibilità, iniziativa, attitudine al problem solving, capacità di analisi di documenti anche complessi e di valutazione di soluzioni anche in vista della loro applicazione. L’autonomia di giudizio si persegue sia attraverso l’analisi e la lettura di testi della dottrina (nella sua evoluzione), sia di testi normativi e sentenze

Abilità comunicative: lo Studente apprende attraverso il corso a comunicare in forma scritta e orale informazioni, idee, problemi e soluzioni inerenti i temi del Diritto amministrativo europeo. Le capacità comunicative saranno stimolate attraverso lezioni frontali, nel corso delle quali vi sarà il coinvolgimento degli Studenti, al fine di sondarne le conoscenze e le competenze di base e la gradata acquisizione delle conoscenze specifiche dell’insegnamento.

Capacità di apprendimento: attraverso lo studio del Diritto amministrativo europeo, lo Studente apprende le regole e gli istituti propri della disciplina, nonché le intime connessioni con il Diritto amministrativo nazionale, ed i problemi tuttora aperti in seno alla disciplina. Su tale base lo Studente acquisirà competenze e capacità critiche idonee a garantirgli l’accesso a ulteriori approfondimenti teorico-pratici.

Oltre alle lezioni frontali tradizionali, sono previste lezioni magistrali e seminari tenuti da studiosi nazionali ed internazionali su invito del docente, nonché seminari ed esercitazioni, che consentiranno agli studenti frequentanti un più specifico approfondimento dei temi trattati nel corso, l’accesso a metodologie didattiche e a prospettive d’indagine differenti, e la crescita di capacità di apprendimento, autonomia di giudizio, abilità applicative e comunicative.

L’esame si svolge in forma orale. Nell’ambito del corso potranno essere effettuate delle verifiche intermedie, al mero scopo di agevolare la preparazione dell’esame.

Conoscenza e comprensione e la relativa capacità di applicarle saranno accertate attraverso uno o più quesiti relativi ai concetti basilari della materia. L’autonomia di giudizio sarà verificata attraverso uno o più quesiti volti ad accertare l’attitudine ad applicare le nozioni apprese a problemi specifici scaturenti dalla disciplina. Le capacità comunicative saranno testate nel corso dell’intero esame orale. La capacità di apprendimento verrà verificata in particolare, una volta documentata la conoscenza e comprensione degli aspetti basilari della materia, attraverso uno o più quesiti ‘avanzati’ che documentino l’attitudine dello studente a porre in relazione argomenti più complessi con i ‘fondamentali’ della disciplina.

 

Orario di ricevimento: giovedì, ore 12 – 13,30 (Studio Docente)

L’amministrazione europea e il suo diritto - I principi generali - Le funzioni e le politiche comunitarie (focus sui profili di regolazione dei mercati dei servizi pubblici essenziali) - L’organizzazione - L’attività amministrativa (focus sulla tutela della concorrenza) - La giustizia - I rapporti tra l’amministrazione europea e quella nazionale.

G. DELLA CANANEA - C. FRANCHINI, I principi dell’amministrazione europea, III ed., Giappichelli, Torino, 2017. Per i soli Studenti frequentanti, nel corso delle lezioni, saranno resi disponibili materiali di studio alternativi al libro di testo.

Semestre
Primo Semestre (dal 16/09/2019 al 06/12/2019)

Tipo esame
Non obbligatorio

Valutazione
Orale - Voto Finale

Orario dell'insegnamento
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Scarica scheda insegnamento (Apre una nuova finestra)