Laurea in INGEGNERIA CIVILE

Corso di studi
INGEGNERIA CIVILE
Corso di studi in inglese
CIVIL ENGINEERING
Titolo
Laurea
Classe MIUR
Classe delle lauree in Ingegneria civile e ambientale - L-7 (DM270)
Durata
3 anni
Crediti
180
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INNOVAZIONE
Sito web del corso
http://www.ingegneria.unisalento.it
Lingua
ITALIANO
Sede
Lecce - Università degli Studi
Anno accademico
2016/2017
Tipo di accesso
Corso ad accesso programmato
Profili professionali formati
3.1.3.5.0 - Tecnici delle costruzioni civili e professioni assimilate

Descrizione del corso

I laureati dovranno essere in grado di comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni a interlocutori specialisti e non specialisti. Queste abilità verranno sviluppate durante l'intero percorso formativo mediante una partecipazione interattiva degli studenti alle varie discipline. In alcuni corsi (afferenti principalmente alle attività formative caratterizzanti ed affini inserite nell'ordinamento) verrà richiesto agli studenti di sviluppare alcuni problemi nell'ambito di un'attività di gruppo e/o di presentare problemi sviluppati singolarmente ai colleghi ed al docente.
La possibilità di partecipare ad attività di internazionalizzazione sarà un altro strumento utilizzato per lo sviluppo delle abilità comunicative del singolo studente.
I laureati dovranno avere la capacità di sviluppare e realizzare progetti, adeguati al loro livello di conoscenza e comprensione, che soddisfino requisiti ben definiti. Gli strumenti didattici con cui tali capacità verranno conseguite e verificate nella maggior parte degli insegnamenti afferenti alle attività formative caratterizzanti ed affini, inserite nell'ordinamento, consistono nella partecipazione a laboratori e redazione di elaborati di gruppo, in cui sarà sviluppata la capacità di selezionare le informazioni rilevanti, anche con riferimento alle normative inerenti la prolematica assegnata, di definire collegialmente le strategie, di giustificare le scelte effettuate, di interpretare simulazioni e risultati tenendo anche presenti le implicazioni sociali ed etiche che derivano dal loro giudizio.
Le attività orientamento in ingresso sono svolte grazie ad una pianificata collaborazione tra il Centro di Orientamento di Ateneo (C.Or.T.) e la Facoltà e mirano ai seguenti obiettivi:

• favorire una maggiore consapevolezza alla scelta universitaria fornendo informazioni dettagliate sull'organizzazione dell'Università, l'articolazione dei corsi di studio, gli sbocchi occupazionali, i servizi di supporto alla didattica, gli incentivi alla frequenza (Diritto allo studio ed incentivi vari), mobilità internazionale;
• migliorare la preparazione iniziale prevedendo la frequenza di moduli tenuti da docenti delle materie di base dei corsi di studio scientifico-tecnologici e lo studio del materiale didattico da essi predisposto, eventualmente con la collaborazione dei docenti degli Istituti di Istruzione Superiore;
• favorire l'esatta percezione delle attività proprie dei corsi di studio scientifico-tecnologici prevedendo la frequenza di moduli su argomenti caratterizzanti i singoli corsi e progettati in collaborazione con docenti degli IISS;
• incentivare l'immatricolazione degli studenti più meritevoli prevedendo l'immatricolazione diretta a coloro che avranno superato il test finale con un determinato punteggio;
• selezionare i partecipanti in base alla motivazione.

La realizzazione delle attività di orientamento in ingresso che si avvale del prezioso contributo del C.Or.T dei docenti e dell'azione di coordinamento del Manager Didattico si articola in diverse fasi:
-la prima fase prevede l'organizzazione di giornate “Open Day”presso la Facoltà a cura del Preside e dei docenti afferenti destinate agli studenti degli istituti superiori reclutati dal C.Or.T. Inoltre tale attività promozionale viene rinforzata con una serie di interventi, sempre da parte dei docenti, presso gli istituti superiori interessati . Il contributo didattico- promozionale segue un calendario redatto dal C.Or.T. in armonia con la disponibilità dei relatori;
Questa fase permette la descrizione delle specificità e la descrizione dei corsi di studio evidenziando gli sbocchi occupazionali e promuovendo i servizi di supporto alla didattica, gli incentivi alla frequenza e la mobilità internazionale;
- la seconda fase è dedicata ad attività di formazione, teorica e pratica, e di approfondimento nelle discipline oggetto dei Test di ingresso ( lezioni di analisi matematica, geometria e fisica) e alla simulazione di test.
A tal fine la Facoltà di Ingegneria attiva ogni anno un Progetto di orientamento e formazione denominato “RIESCI”.
Il progetto Riesci ha due obiettivi principali:

1) OBIETTIVO DI FORMAZIONE: migliorare la preparazione iniziale prevedendo la frequenza di moduli tenuti da docenti delle materie di base dei corsi di studio scientifico-tecnologici (analisi matematica, fisica generale e geometria ed algebra) e lo studio del materiale didattico da essi predisposto, eventualmente con la collaborazione dei docenti degli Istituti di Istruzione Superiore; oltre al percorso formativo teorico è previsto anche un percorso formativo pratico con attività da svolgersi presso i laboratori didattici del Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione;

2) OBIETTIVO DI ORIENTAMENTO: favorire l’esatta percezione delle attività proprie dei corsi di studio scientifico-tecnologici prevedendo la frequenza di moduli su argomenti caratterizzanti i singoli corsi e progettati in collaborazione con docenti degli IISS;

A chiusura delle attività descritte ha luogo il Test di ingresso; il superamento del test finale da parte degli studenti partecipanti sarà considerato sostitutivo del test d'ingresso per l'accesso ai Corsi di Laurea triennale in Ingegneria, consentendo l'immatricolazione.

Il Centro Orientamento e Tutorato mette a disposizione degli studenti un Servizio di Consulenza: uno spazio di ascolto e riflessione sulle scelte formative di sostegno durante la transizione e di consulenza sulla carriera universitaria.
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA CIVILE L-7

D01: Il carico di studio di questo insegnamento è proporzionato ai crediti assegnati?
L7: 68
Facoltà: 66
Ateneo: 67

Come riportato nella sezione c “Azioni correttive” del Rapporto di riesame iniziale 2013, è stato chiesto a tutti i docenti, durante il Consiglio Didattico, di ricontrollare/aggiornare il contenuto dei corsi al fine di ottenere una migliore corrispondenza CFU-carico di studio.

D02: Il materiale didattico (indicato o fornito) è adeguato per lo studio della materia?
L7: 70
Facoltà: 69
Ateneo: 72

Come riportato nella sezione c “Azioni correttive” del Rapporto di riesame iniziale 2013, è stato suggerito ai docenti di rendere disponibile il materiale presentato durante le lezioni sulla propria pagina presente nel portale di Ateneo.

D03: Le attività didattiche integrative risultano utili ai fini dell'apprendimento?
L7: 67
Facoltà: 69
Ateneo: 69

Il livello medio di soddisfazione da parte degli studenti è in linea con quello di Ateneo. Tuttavia, è da evidenziare che molto spesso gli studenti seguono le attività didattiche integrative (spesso obbligatorie) senza seguire parallelamente le lezioni frontali dell'insegnamento (non obbligatorie).
Pertanto, sarà suggerito ai docenti di esortare gli studenti a seguire le attività integrative parallelamente alle lezioni frontali, in modo da renderle utili e proficue ai fini dell'apprendimento.

D04: Le modalità di esame sono state definite in modo chiaro?
L7: 74
Facoltà: 76
Ateneo: 72

Il livello medio di soddisfazione da parte degli studenti è in linea con quello di Ateneo e di Facoltà. Tuttavia, è da evidenziare che attualmente le modalità di esame sono riportate sulla pagina di ciascun docente presente nel portale di Ateneo.

D05: Gli orari di svolgimento dell'attività didattica sono rispettati?
L7: 78
Facoltà: 81
Ateneo: 82

Il livello medio di soddisfazione da parte degli studenti è in linea con quello di Ateneo e di Facoltà.
Saranno tuttavia esortati i docenti a rispettare gli orari di svolgimento delle attività didattiche.

D06: Gli orari delle lezioni sono organizzati in modo tale da ridurre al minimo le
sovrapposizioni?
L7: 78
Facoltà: 80
Ateneo: 78

Nel calendario del corso di studio presente sul sito di Facoltà non sono previste, in alcun modo, sovrapposizioni tra le attività didattiche presenti nello stesso periodo dello stesso anno di corso. Pertanto, il valore ottenuto dal questionario è da attribuire unicamente al fatto che gli studenti hanno
riscontrato sovrapposizioni tra corsi appartenenti ad anni diversi.

D07: Il docente rispetta l'orario di ricevimento?
L7: 79
Facoltà: 80
Ateneo: 80

Il livello medio di soddisfazione da parte degli studenti è in linea con quello di Ateneo e di Facoltà. Saranno tuttavia esortati i docenti a rispettare il proprio orario di ricevimento.

D08: Il docente stimola/motiva l'interesse verso la disciplina?
L7: 70
Facoltà: 72
Ateneo: 74

D09: Il docente espone gli argomenti in modo chiaro e rigoroso?
L7: 71
Facoltà: 75
Ateneo: 77

D10: Le aule in cui si svolgono le lezioni sono adeguate?
L7: 66
Facoltà: 69
Ateneo: 66

D11: I locali e le attrezzature per le attività integrative sono adeguati?
L7: 57
Facoltà: 61
Ateneo: 60

Le aule e i locali a disposizione per le attività del Corso di Studio sono proporzionalmente adeguate al numero di studenti frequentanti. Le criticità osservate, potrebbero essere dovute al fatto che gli studenti spesso seguano, nello stesso semestre, insegnamenti appartenenti ad anni di corso diversi.
Per ciò che riguarda i locali e le attrezzature per le attività integrative, al fine di sanare la “differenza” con i valori di facoltà, sarà chiesto ai docenti di rivedere e/o migliorare e/o aggiornare le modalità dello svolgimento delle attività integrative.

D12: Le conoscenze preliminari possedute sono risultate sufficienti per la comprensione degli argomenti trattati in questo insegnamento?
L7: 61
Facoltà: 61
Ateneo: 63

Saranno attivati corsi di tutorato nell'ambito di alcune discipline di base, allo scopo di fornire a tutti gli studenti le conoscenze preliminari necessarie per la comprensione degli argomenti trattati nei vari insegnamenti.
Come riportato nella sezione c “Azioni correttive” del Rapporto di riesame iniziale 2013, i docenti dei settori dell'area chimica hanno già analizzato le problematiche poste dagli studenti ed hanno deciso di modificare/approfondire alcuni aspetti relativi ai contenuti dei rispettivi programmi in modo da rispondere alle richieste degli studenti.

D13: Sei interessato agli argomenti di questo insegnamento?
L7: 75
Facoltà: 74
Ateneo: 78

D14: Sei complessivamente soddisfatto per come è stato svolto questo insegnamento?
L7: 69
Facoltà: 69
Ateneo: 72

Il livello medio di soddisfazione da parte degli studenti è in linea con quello di Facoltà. Saranno tuttavia esortati i docenti a stimolare maggiormente, nei casi in cui si renda necessario, l'interesse degli studenti verso la propria disciplina esponendo gli argomenti in modo chiaro. Parallelamente, anche gli studenti saranno esortati a seguire le discipline con il giusto impegno e seguendo le
propedeuticità obbligatorie e consigliate. A tal proposito, saranno anche attivati corsi di tutorato nell'ambito di alcune discipline di base.

D15: Il carico di studio complessivo degli insegnamenti ufficialmente previsti nel periodo di riferimento (trim., sem., ecc.) è sostenibile?
L7: 52
Facoltà: 51
Ateneo: 55

D16: L'organizzazione complessiva degli insegnamenti ufficialmente previsti nel periodo di riferimento è accettabile?
L7: 57
Facoltà: 56
Ateneo: 57

Nonostante i valori ottenuti dal questionario siano leggermente inferiori a quelli di Facoltà e di Ateneo, occorre evidenziare che la distribuzione degli insegnamenti nei semestri è tale da rispettare le regole di propedeuticità obbligatorie e consigliate, garantendo al tempo stesso un'equa ripartizione dei CFU nei due semestri. I valori ottenuti dal questionario potrebbero essere dovuti al fatto che gli studenti spesso seguano, nello stesso semestre, insegnamenti appartenenti ad anni di corso differenti.
CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE (L-7)

Il 90% degli studenti laureati (19) ha compilato il questionario di cui di sono riportati gli esiti:

1. ANAGRAFICO

Valutazione delle postazioni informatiche (%)
erano presenti e in numero adeguato 18,2
erano presenti, ma in numero inadeguato 63,6

Valutazione delle biblioteche (prestito/consultazione, orari di apertura ...) (%)
decisamente positiva 18,2
abbastanza positiva 81,8

Ritengono che il carico di studio degli insegnamenti sia stato sostenibile (%)
decisamente sì 27,3
più sì che no 63,6

Si iscriverebbero di nuovo all'università? (%)
sì, allo stesso corso dell'Ateneo 72,7
sì, ma ad un altro corso dell'Ateneo -
sì, allo stesso corso ma in un altro Ateneo 27,3
sì, ma ad un altro corso e in un altro Ateneo -
non si iscriverebbero più all'università -


2. ORIGINE SOCIALE

Titolo di studio dei genitori (%)
entrambi con laurea 5,3
uno solo con laurea 36,8
scuola media superiore 42,1
titoli inferiori o nessun titolo 15,8

Classe sociale (%)
borghesia 31,6
classe media impiegatizia 26,3
piccola borghesia 5,3
classe operaia 36,8

3. STUDI SECONDARI SUPERIORI

Diploma (%)
liceo classico 4,8
liceo linguistico 4,8
liceo scientifico 81,0
liceo socio-psico-pedagogico o ist. magistrale -
tecnico 9,5
professionale -
istruzione artistica -
titolo estero -
Voto di diploma (medie, in 100-mi) 88,4
Hanno conseguito il diploma (%) nella stessa provincia della sede degli studi universitari 81,0
in una provincia limitrofa 19,0
in una provincia non limitrofa, ma nella stessa ripartizione geografica -
al Sud, ma si sono laureati al Centro-Nord -
al Centro, ma si sono laureati al Nord o al Sud -
al Nord, ma si sono laureati al Centro-Sud -
all'estero -

4. RIUSCITA NEGLI STUDI UNIVERSITARI

Hanno precedenti esperienze universitarie (%) -
portate a termine -
non portate a termine -

Motivazioni molto importanti nella scelta del corso di laurea (%)
fattori sia culturali sia professionalizzanti 73,7
fattori prevalentemente culturali 15,8
fattori prevalentemente professionalizzanti 10,5
né gli uni né gli altri -

Età all'immatricolazione (%)
regolare o 1 anno di ritardo 100,0
2 o più anni di ritardo -
Punteggio degli esami (medie) 25,9

Voto di laurea (medie) 103,7
Regolarità negli studi (%)
in corso 28,6
1° anno fuori corso 52,4
2° anno fuori corso 19,0
3° anno fuori corso -
4° anno fuori corso -
5° anno fuori corso e oltre -

Durata degli studi (medie, in anni) 4,3
Ritardo alla laurea (medie, in anni) 0,8
Indice di ritardo (rapporto fra ritardo e durata legale del corso) (medie) 0,27

5. CONDIZIONI DI STUDIO

Hanno alloggiato a meno di un'ora di viaggio dalla sede degli studi (%):
più del 50% della durata degli studi 84,2
meno del 50% 15,8

Hanno frequentato regolarmente (%):
più del 75% degli insegnamenti previsti 94,7
tra il 50% e il 75% -
tra il 25% e il 50% -
meno del 25% 5,3

Hanno usufruito del servizio di borse di studio (%) 21,1
Hanno svolto periodi di studio all'estero nel corso degli studi universitari (%) -
con Erasmus o altro programma dell'Unione Europea -
altra esperienza riconosciuta dal corso di studi -
iniziativa personale -
non hanno compiuto studi all'estero 100,0
1 o più esami all'estero convalidati (%) -
Hanno preparato all'estero una parte significativa della tesi (%) -
Hanno svolto tirocini/stage o lavoro riconosciuti dal corso di laurea (%) -
tirocini organizzati dal corso e svolti presso l'università -
tirocini organizzati dal corso e svolti al di fuori dell'università -
attività di lavoro successivamente riconosciute dal corso -
nessuna esperienza di tirocinio o lavoro riconosciuto 100,0
Mesi impiegati per la tesi/prova finale (medie) 3,5


6. LAVORO DURANTE GLI STUDI

Hanno esperienze di lavoro (%) 36,8
lavoratori-studenti -
altre esperienze di lavoro con continuità a tempo pieno 5,3
lavoro a tempo parziale 5,3
lavoro occasionale, saltuario, stagionale 26,3
nessuna esperienza di lavoro 63,2
lavoro coerente con gli studi 5,3

7. GIUDIZI SULL'ESPERIENZA UNIVERSITARIA
Sono complessivamente soddisfatti del corso di laurea (%)
decisamente sì 42,1
più sì che no 52,6

Sono soddisfatti dei rapporti con i docenti in generale (%)
decisamente sì 42,1
più sì che no 47,4

Sono soddisfatti dei rapporti con gli studenti (%)
decisamente sì 47,4
più sì che no 47,4

Valutazione delle aule (%)
sempre o quasi sempre adeguate 36,8
spesso adeguate 42,1

Valutazione delle postazioni informatiche (%)
erano presenti e in numero adeguato 26,3
erano presenti, ma in numero inadeguato 63,2

Valutazione delle biblioteche (prestito/consultazione, orari di apertura ...) (%)
decisamente positiva 42,1
abbastanza positiva 47,4

Ritengono che il carico di studio degli insegnamenti sia stato sostenibile (%)
decisamente sì 31,6
più sì che no 63,2

Si iscriverebbero di nuovo all'università? (%)
sì, allo stesso corso dell'Ateneo 89,5
sì, ma ad un altro corso dell'Ateneo -
sì, allo stesso corso ma in un altro Ateneo 10,5
sì, ma ad un altro corso e in un altro Ateneo -
non si iscriverebbero più all'università -

8. CONOSCENZE LINGUISTICHE E INFORMATICHE

Lingue straniere: conoscenza "almeno buona" (%)
inglese scritto 89,5
inglese parlato 84,2
francese scritto 5,3
francese parlato 5,3
spagnolo scritto -
spagnolo parlato -
tedesco scritto -
tedesco parlato -

Strumenti informatici: conoscenza "almeno buona" (%)
navigazione in Internet 94,7
word processor (elaborazione di testi) 73,7
fogli elettronici (Excel, ...) 84,2
sistemi operativi 42,1
multimedia (elaborazione di suoni, immagini, video) 73,7

linguaggi di programmazione 10,5
data base (Oracle, SQL server, Access, ...) 15,8
realizzazione siti web 15,8
reti di trasmissione dati 15,8
CAD/CAM/CAE - Progettazione assistita 78,9

9. PROSPETTIVE DI STUDIO

Intendono proseguire gli studi (%) 100,0
altra laurea triennale 5,3
laurea specialistica/magistrale 94,7
dottorato di ricerca -
diploma accademico (Alta Formazione Artistica e Musicale) -
scuola di specializzazione post-laurea -
master universitario -
altro tipo di master o corso di perfezionamento -
tirocinio, praticantato -
attività sostenuta da borsa o assegno di studio -
altre attività di qualificazione professionale -
non intendono proseguire -

10. PROSPETTIVE DI LAVORO

Sono interessati a lavorare nelle seguenti aree aziendali: decisamente sì (%)
acquisti 26,3
amministrazione, contabilità 52,6
assistenza tecnica 52,6
commerciale, vendite 31,6
controllo di gestione 57,9
finanza 36,8
legale 26,3
logistica, distribuzione 31,6
marketing, comunicazione, pubbliche relazioni 15,8
organizzazione, pianificazione 63,2
produzione 52,6
ricerca e sviluppo 68,4
risorse umane, selezione, formazione 47,4
segreteria, affari generali 36,8
sistemi informativi, EDP 21,1
Aspetti ritenuti rilevanti nella ricerca del lavoro: decisamente sì (%)
acquisizione di professionalità 68,4
possibilità di carriera 73,7
possibilità di guadagno 52,6
coerenza con gli studi 47,4
rispondenza a interessi culturali 36,8
stabilità/sicurezza del posto di lavoro 73,7
indipendenza o autonomia 57,9
tempo libero 21,1

Tipo di lavoro cercato (%)
nessuna preferenza 52,6
alle dipendenze nel settore pubblico 10,5
alle dipendenze nel settore privato 5,3
in conto proprio 31,6
Disponibilità a lavorare per tipo di relazione contrattuale: decisamente sì (%)

ORARIO
tempo pieno 89,5
part-time 52,6

CONTRATTO
tempo indeterminato 100,0
tempo determinato 26,3
collaborazione (compreso lavoro a progetto) 52,6
inserimento (ex formazione e lavoro) 31,6
stage 36,8
apprendistato 26,3
lavoro interinale 21,1
telelavoro 15,8
autonomo/in conto proprio 52,6
Disponibilità a lavorare nelle seguenti aree geografiche: decisamente sì (%)
provincia di residenza 63,2
sede degli studi 63,2
Italia settentrionale 57,9
Italia centrale 52,6
Italia meridionale 57,9
Stato europeo 68,4
Stato extraeuropeo 68,4
Disponibilità ad effettuare trasferte di lavoro (%)
sì, anche con trasferimenti di residenza 47,4
sì, anche frequenti (senza cambi di residenza) 47,4
sì, ma solo in numero limitato 5,3
non disponibili a trasferte -



Complessivamente, dalle risposte ottenute, si evince che la maggior maggior parte dei laureati ha espresso un parere positivo nei riguardi del corso di studio frequentato.
I laureati dovranno possedere alla fine del primo ciclo un adeguato metodo di studio, sviluppato mediante l'acquisizione delle conoscenze di base ed ingegneristiche, la soluzione di problemi progettuali e lo sviluppo di elaborati su temi specifici sia singolarmente sia in gruppo. La capacità di apprendimento dovrà essere adeguata a poter intraprendere studi successivi in modo autonomo.
L'organizzazione della didattica darà un forte rilievo alle ore di lavoro personale per consentire allo studente di migliorare ulteriormente la propria capacità di apprendimento.
Inoltre l'impostazione della didattica, che prevede lo sviluppo di elaborati per alcuni insegnamenti, con revisioni periodiche, favorisce l'auto-apprendimento.
Il corso di studio si caratterizza nei primi due anni secondo un percorso che mira a infondere solide basi matematiche, fisiche e chimiche, che permetteranno all'allievo di sviluppare quell'attitudine alla risoluzione dei problemi dell'ingegneria.
Sono presenti, tuttavia anche nel biennio materie ad elevato contenuto ingegneristico atte a completare il quadro formativo di base
Il terzo anno si caratterizza per la presenza di materie ingegneristiche tipiche dell'ingegneria civile, ad elevato contenuto progettuale. I corsi sono orientati a fornire quegli strumenti progettuali di base che permetteranno al giovane ingegnere di gestire con padronanza i problemi progettuali di base dell'ingegneria civile, da un punto di vista analitico.
Gli obiettivi formativi del corso di Laurea in Ingegneria Civile sono rivolti alla soluzione di tutti i problemi tipici dell'Ingegneria Civile, quali progettazione, calcolo, realizzazione, collaudo, esercizio, manutenzione, rinnovo, ristrutturazione e dismissione di opere civili ed infrastrutture. Più specificamente, gli obiettivi formativi perseguiti sono i seguenti:
- fornire una approfondita preparazione di base fisico-matematica e degli strumenti metodologici e operativi adeguati per poter interpretare, descrivere e risolvere i problemi di interesse dell'Ingegneria Civile, rendendo l'allievo capace di apprendere anche attraverso lo studio individuale e di aggiornare le proprie conoscenze in modo autonomo o seguendo corsi specifici;
- fornire una preparazione tecnica che renda il laureato in grado di operare in diversi ambiti: libera professione, imprese ed aziende del settore, amministrazioni pubbliche;
- per quanto riguarda la progettazione, fornire una preparazione tecnica che renda il laureato in grado di utilizzare autonomamente metodologie standardizzate e di collaborare con tecnici in possesso di lauree magistrali nel progetto di opere civili anche con metodologie avanzate ed innovative;
- per quanto riguarda il calcolo strutturale, fornire le capacità, in ragione dei materiali utilizzati e in conformità alle normative nazionali ed europee; di progettare, modellare e verificare le strutture portanti e le fondazioni delle opere civili; capacità di progettare interventi di adeguamento, consolidamento e rinforzo delle strutture portanti delle costruzioni esistenti; capacità di utilizzare in modo critico strumenti per il calcolo automatico delle strutture;
- per quanto riguarda l'ambito delle costruzioni idrauliche, fornire le capacità di rappresentare in modo matematico i processi idrologici ed idraulici che si manifestano a livello di bacino; capacità di progettazione delle opere idrauliche volte al controllo, alla regimazione e all'utilizzo delle acque superficiali con fini irrigui, idroviari, acquedottistici, fognari, di protezione dalle piene; capacità di pianificare, organizzare gestire efficaci azioni sul territorio volte alla identificazione delle problematiche di interazione acqua-suolo-attività antropiche e di proporre e gestire gli interventi volti alla migliore utilizzazione della risorsa idrica disponibile.
Per il raggiungimento di detti obiettivi è stato progettato un percorso di studi che dà molto spazio alla preparazione teorica di base e che garantisce, nel contempo, la formazione necessaria ad un eventuale inserimento del laureato triennale nel mondo del lavoro, nei limiti imposti dalla legislazione vigente. Pertanto, il percorso formativo prevede un biennio con diversi insegnamenti inerenti l'ambito della matematica e delle scienze (Analisi Matematica, Fisica, Chimica, Geometria, Meccanica razionale, Statistica). Ciò concorre alla formazione di un laureato capace d'interpretare e descrivere i problemi del settore dell'Ingegneria Civile, fornendo una preparazione di base solida anche per il prosieguo degli studi nei Corsi di Laurea Magistrale. Accanto all'attività formativa di base si inseriscono, già nel biennio, insegnamenti caratterizzanti, quali Disegno Tecnico, Architettura Tecnica e Topografia) ed insegnamenti ritenuti necessari al completamento della formazione dell'Ingegnere Civile, inerenti i settori della Fisica Tecnica, la Scienza e Tecnologia dei Materiali, l'Ingegneria Economico-gestionale. Le ulteriori attività formative caratterizzanti sono previste al terzo anno del corso di Laurea, sia con materie più propriamente tipiche delle scienze dell'Ingegneria (es: Scienza delle Costruzioni, Idraulica) sia con materie con valenza più applicativa (es: Tecnica delle Costruzioni, Geotecnica, Costruzioni Idrauliche). Il percorso formativo comprende, inoltre, ulteriori attività relative all'apprendimento della lingua inglese, alla prova finale, agli stages da svolgere presso imprese,enti pubblici o privati, ordini professionali. Infine, i crediti formativi ad autonoma scelta dello studente, consentiranno allo stesso di approfondire o ampliare le proprie conoscenze, anche sulla base di giudizi ed interessi individuali, sempre nel rispetto della coerenza con gli obiettivi formativi del Corso di Laurea.
La prova finale consiste nella presentazione, presso una commissione formata a norma del regolamento didattico di facoltà, di un elaborato che abbia finalità di verifica sulla padronanza degli argomenti trattati e sulla maturità di esposizione degli stessi da parte del laureando. L'elaborato proposto per la prova finale si riferisce ad una esperienza pratico-operativa che potrà avere anche contenuti analitici o sperimentali, da svolgersi sotto la supervisione di un docente specialista della materia.
Per l'ammissione al Corso di Studio è richiesto un titolo di scuola secondaria superiore o titolo equipollente ed il superamento di un test.
Allo studente vengono richieste le seguenti conoscenze:
a) una predisposizione ed adeguata preparazione di tipo tecnico-scientifico;
b) un approccio metodologico adeguato al percorso formativo intrapreso;
c) iniziali conoscenze della lingua inglese;
d) conoscenze informatiche di base.

Relativamente al test di ammissione le date risultano essere:
-23/05/2013: Prova anticipata per gli studenti che hanno frequentato il " Progetto Riesci"
-03/09/2013: Prova Nazionale "CISIA" per tutti gli studenti in possesso di diploma di maturità.

Gli studenti che sulla base dei risultati del test rientrano nel numero programmato previsto ma non hanno una preparazione iniziale adeguata potranno immatricolarsi con obbligo formativo aggiuntivo (OFA).
Gli OFA verranno assegnati sulla base di quanto stabilito nel Bando di ammissione.
Gli obblighi formativi aggiuntivi dovranno essere colmati attraverso il superamento di pre-esami, relativi alle discipline nelle quali lo studente ha riportato lacune formative. Si precisa che lo studente con OFA potrà comunque sostenere gli esami previsti al I anno, con l’esclusione di quelli per cui è stato evidenziato l’obbligo formativo.

Piano di studi

PERCORSO COMUNE

ANALISI MATEMATICA I (MAT/05)

12 crediti - OBBLIGATORIO

CHIMICA (CHIM/07)

6 crediti - OBBLIGATORIO

DISEGNO TECNICO CIVILE (ICAR/17)

6 crediti - OBBLIGATORIO

FISICA GENERALE I (FIS/01)

9 crediti - OBBLIGATORIO

GEOMETRIA E ALGEBRA (MAT/03)

9 crediti - OBBLIGATORIO

INGEGNERIA ECONOMICA (ING-IND/35)

6 crediti - OBBLIGATORIO

ANALISI MATEMATICA II (MAT/05)

9 crediti - Obbligatorio

FISICA GENERALE II (FIS/01)

9 crediti - Obbligatorio

FISICA TECNICA (ING-IND/10)

9 crediti - Obbligatorio

GEOLOGIA E INDAGINI DEL SUOLO (GEO/11)

6 crediti - Obbligatorio

MECCANICA RAZIONALE (MAT/07)

6 crediti - Obbligatorio

TOPOGRAFIA (ICAR/06)

6 crediti - Obbligatorio