Laurea in SCIENZE E TECNOLOGIE PER L'AMBIENTE

Corso di studi
SCIENZE E TECNOLOGIE PER L'AMBIENTE
Corso di studi in inglese
ENVIRONMENTAL SCIENCES AND TECHNOLOGIES
Titolo
Laurea
Classe MIUR
Classe delle lauree in Scienze e tecnologie per l'ambiente e la natura - L-32 (DM270)
Durata
3 anni
Crediti
180
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI
Sito web del corso
http://www.scienzemfn.unisalento.it/cdl_scienze_tpa
Lingua
ITALIANO
Sede
Lecce - Università degli Studi
Anno accademico
2016/2017
Tipo di accesso
Corso ad accesso programmato
Profili professionali formati
3.1.3.5.0 - Tecnici delle costruzioni civili e professioni assimilate
3.2.2.1.1 - Tecnici agronomi
3.2.2.1.2 - Tecnici forestali
3.2.2.2.0 - Zootecnici

Descrizione del corso

Il Corso di Laurea triennale in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente permette l'acquisizione di adeguate competenze e strumenti per la comunicazione in lingua italiana e straniera (inglese) scritta e orale; abilita' informatiche, elaborazione e integrazione di dati provenienti dalle diverse discipline; capacita' di lavorare in gruppo; trasmissione e divulgazione dell'informazione su temi ambientali di attualita'.

E' previsto l'utilizzo di aule informatiche e laboratori linguistici con esercitazioni personalizzate e di gruppo. Per le abilita' informatiche e linguistiche e' prevista idoneita' al termine dei corsi.

Nel corso del periodo di stage (da svolgere presso laboratori di ricerca, strutture pubbliche e private, imprese, enti e ordini professionali) lo studente potra' integrare e implementare competenze trasversali acquisite durante il Corso di Studi attraverso il percorso multiarea proposto nel corso di Laurea, unitamente a capacita' di lavorare in gruppo e trasmissione e divulgazione dell'informazione sui temi delle Scienze Ambientali. L'acquisizione di tali conoscenze sara' ulteriormente corroborata dallo svolgimento della prova finale e la verifica di detta acquisizione concorrerà alla relativa valutazione.
Il Corso di Laurea favorisce l'acquisizione di una consapevole autonomia di giudizio con riferimento a valutazione e integrazione di dati sperimentali e non, originati dalle diverse discipline; valutazione della didattica; principi di deontologia professionale nell'ambito della valutazione dei sistemi socio-ambientali.

L'autonomia di giudizio viene di norma sviluppata in tutte le attivita' didattiche, in particolar modo durante lo svolgimento del tirocinio formativo e della prova finale. L'autonomia di giudizio sara' valutata anche negli esami di profitto delle singole discipline, in cui si terra' conto della capacità di elaborare in modo autonomo le conoscenze acquisite.
L'Universita' del Salento dispone di un Centro Orientamento e Tutorato (C.OR.T.) e organizza annualmente, presso le sedi delle singole Facolta' dell'Ateneo e i Dipartimenti di riferimento, Giornate di Orientamento rivolte a studenti delle scuole secondarie di II grado del territorio salentino. Per i Corsi di Studio di competenza del Consiglio didattico di Scienze Ambientali, queste attivita' si svolgono con il coinvolgimento del Manager didattico della Facoltà di Scienze MM.FF.NN., del Responsabile della Segreteria Servizi agli Studenti e di alcuni docenti designati dal Consiglio didattico di Scienze Ambientali. Nel corso di questi incontri sono presentati i Corsi di Studio attivati con i relativi requisiti di ammissione, piani di studio e sbocchi occupazionali, anche attraverso testimonianze. Vengono anche visitate le Infrastrutture (aule, laboratori didattici e di ricerca, aule informatiche, sale studio) e illustrati i Servizi di contesto a supporto delle attività del Corso di Laurea. Sono, inoltre, organizzate attivita' di orientamento presso alcuni istituti interessati.
L'Universita' del Salento dispone, inoltre, di un Centro Accoglienza Studenti. Presso gli sportelli attivati nelle aree umanistiche ed economico-giuridica e scientifica, gli studenti tutor iscritti ai Corsi di Laurea Magistrale o Specialistica svolgono attivita' di accoglienza e tutorato per colori che vorranno: i.) avere chiarimenti e informazioni sui Corsi di Studio attivati, sulle prove di valutazione delle conoscenze in ingresso previste dalla nuova normativa; ii.) immatricolarsi o iscriversi ad anni successivi al primo; iii.) iscriversi ai test obbligatori di orientamento/valutazione della preparazione iniziale.
Il Consiglio didattico di Scienze Ambientali individua annualmente come Tutor didattici i Docenti di riferimento del Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente. Ai Tutor e' demandato il compito di guidare gruppi di studenti iscritti al Corso di Laurea.
Attività di orientamento e tutorato in itinere e', inoltre, svolto dal sopra citato Centro Accoglienza Studenti dell'Universita' del Salento, a disposizione degli studenti iscritti ai Corsi di Studio che vorranno: i.) consultare i dati di carriera; ii.) presentare domanda di Laurea; iii.) presentare domande per i concorsi relativi a: borse di incentivazione e razionalizzazione della frequenza; contratti di collaborazione (c.d. 150 ore); tutor di sostegno; premi di studio per laureandi; prenotare appelli di esame; accedere alla web mail; presentare modulistica on-line.
Il Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente permette di acquisire adeguate capacita' per lo sviluppo e l'approfondimento di ulteriori competenze con riferimento a: consultazione di materiale bibliografico, consultazione di banche dati e altre informazioni in rete, utilizzo di sistemi informativi territoriali, strumenti conoscitivi di base per l'aggiornamento continuo delle conoscenze.

La capacità di apprendimento sara' sviluppata durante tutto il corso degli studi con un particolare contributo dallo svolgimento del tirocinio formativo e della prova finale.
La verifica sara' svolta durante gli esami di profitto.


Il Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Ambientali fa parte della Classe L-32 delle Lauree in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e la Natura, ha la durata di 3 anni e prevede un accesso programmato di n. 75 unita'. L'immatricolazione al corso richiede la verifica obbligatoria della preparazione iniziale secondo i termini e le modalita' specificate nel Quadro A3 della presente scheda.
Il Corso di Laurea ha l'obiettivo di formare laureati che dovranno possedere una cultura sistemica di ambiente e una buona pratica del metodo scientifico per l'analisi di componenti e fattori di processi, sistemi e problemi riguardanti l'ambiente, sia naturale, che modificato dagli esseri umani, che consentano loro di proseguire gli studi indirizzandosi verso corsi di laurea magistrali su temi ambientali. Il contributo delle discipline matematiche, fisiche, chimiche e delle scienze della terra nelle loro specificita', con il contributo delle discipline naturalistiche, rappresentano la base su cui le attivita' formative caratterizzanti vanno a costruire la specificita' del Corso di Laurea toccando i diversi aspetti delle Scienze Ambientali.
Gli sbocchi professionali del Laureato in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente riguardano le attivita' tecniche e di collaborazione presso Amministrazioni locali, Organizzazioni pubbliche e Societa' private in materia di campionamento, monitoraggio ed analisi integrata di matrici ambientali nelle loro componenti abiotiche e biotiche degli ecosistemi e dei processi ambientali connessi, e di pianificazione ambientale e territoriale per la sostenibilita'.
Per il conseguimento del titolo accademico finale e' necessario acquisire 180 CFU (Crediti Formativi Universitari).

Le attivita' formative, organizzate in un unico percorso, sono volte a fornire una visione sistemica di componenti (biotiche ed abiotiche), fattori e processi ambientali, nonche' delle fragilita' relative alle sensibilita' ambientali oggetto di varie pressioni di natura antropica. La conoscenza di queste relazioni e' essenziale per la valutazione dello stato dei sistemi ambientali.
Per realizzare tale obiettivo sono previste attivita' formative di base, caratterizzanti, affini e integrative, a scelta e ulteriori attivita' che completano la formazione con riguardo alle abilita' informatiche e linguistiche (nella lingua inglese). Tale formazione risulta adeguata per il proseguimento degli studi universitari in un corso di laurea magistrale nel campo delle scienze ambientali. La previsione di un tirocinio formativo presso aziende, strutture della pubblica amministrazione e laboratori e/o stage presso universita' consente, in particolare a coloro che vogliono inserirsi nel mondo del lavoro, di farne esperienza in un contesto applicativo.

In particolare:
- la formazione di base, che fa riferimento a discipline matematiche, fisiche, chimiche, delle scienze della Terra e biologiche, rappresenta una solida base per le attivita' caratterizzanti previste nei temi della botanica, chimica analitica, della geologia stratigrafica, della geofisica, della meteorologia ed oceanografia fisica, della fisiologia e della microbiologia ambientale. Un specifico spazio e' dedicato ai temi ecologici sia in termini di fondamenti, sia con riguardo al ruolo della biodiversita', sia nell'applicazione alla pianificazione.
- le discipline affini e integrative concorrono a consolidare il bagaglio del laureato nei temi economici e giuridici, della fisica applicata, della geobotanica, della fisiologia vegetale e delle applicazioni chimico-analitiche.

E' possibile identificare sei aree di apprendimento:
- Area Biologica;
- Area Ecologica;
- Area Scienze della Terra;
- Area Chimica;
- Area Fisica-Matematica;
- Area Economico-Giuridica e delle ulteriori competenze.
La prova finale per il conseguimento della Laurea in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente consiste nella presentazione e discussione, supportata da una presentazione Power Point, di una tesi elaborata dallo studente su un argomento di interesse ambientale connesso con le conoscenze acquisite attraverso i corsi del piano di studi, sotto la guida di almeno un relatore.
Per l'assegnazione dell'argomento della tesi di laurea, lo studente, dopo aver acquisito 150 CFU (141 CFU per studenti in corso) potra' presentare una domanda di svolgimento dell'elaborato di laurea al Presidente del Consiglio Didattico, che valutera' la congruenza dell'argomento dell'elaborato con il piano di studi dello studente. L'argomento dell'elaborato, riguardante almeno uno degli insegnamenti presenti nel piano di studi dello studente, dovra' essere concordato con il docente titolare dell'insegnamento che sovrintendera' all'attivita' di tesi e alla stesura dell'elaborato.

La prova finale deve far emergere: a) la maturita' culturale, b) la capacita' del laureando di elaborazione personale dell'argomento, c) la capacita' di inserire l'argomento affrontato nell'ambito delle competenze trasversali acquisite, d) la sua abilita' nel comunicare efficacemente il tema affrontato.

Il voto di laurea e' espresso in cento-decimi con eventuale lode, e tiene conto dell'esito della prova finale, del percorso complessivo dello studente, della preparazione e maturita' scientifica e/o professionale raggiunti.
Un apposito Regolamento stabilito dall'Organo Didattico Competente determina i criteri per l'assegnazione dell'argomento, del relatore e del voto di laurea (v. Regolamento collegato).
Conoscenze richieste per l'accesso:
Per essere ammessi al Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente occorre essere in possesso di un diploma quinquennale di Scuola Media Superiore o di altro titolo conseguito all'estero riconosciuto equipollente. Ai fini dell'accesso e di un proficuo inserimento nel percorso formativo del Corso di Laurea si richiedono buone conoscenze delle nozioni di base di Chimica, Biologia e Scienze della Terra. L'accesso al Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e' a numero programmato di iscritti.

Modalita' di verifica del possesso di tali conoscenze:
Gli studenti devono sostenere una prova di ingresso che permette di verificare il possesso delle conoscenze richieste per l'accesso. La prova di ammissione si svolge di norma nella prima meta' di Settembre e consiste ai sensi dell'Art. 6, comma 1, della Legge 2 Agosto 1999, n. 264 in un test a risposta multipla di 30 domande (10 per ciascuna delle materie previste) con 4 risposte di cui 1 esatta, che verte su conoscenze scientifiche di base di Chimica, Biologia e Scienze della Terra sulla base dei programmi della scuola secondaria superiore.

Criteri per l'assegnazione di specifici obblighi formativi aggiuntivi:
Per la valutazione della prova sara' attribuito un punteggio positivo (+1) per ogni risposta esatta, un punteggio negativo (- 0,25) per ogni risposta errata e punteggio 0 in caso di risposta non data o nulla.
In caso di verifica delle conoscenze non soddisfacente saranno assegnati Obblighi Formativi Aggiuntivi (OFA) da soddisfare nel I anno di corso.
Si procedera' all'assegnazione di OFA nel SSD esaminato solo se il punteggio totalizzato nella corrispondente disciplina risulti inferiore a 4.
In particolare, le discipline oggetto della prova corrispondenti ai suddetti SSD sono:
- CHIM/03 Chimica
- BIO/02, BIO/05 Biologia
- GEO/02 Scienze della Terra

Piano di studi

PERCORSO COMUNE

BOTANICA

12 crediti - OBBLIGATORIO

CHIMICA GENERALE ED INORGANICA (CHIM/03)

6 crediti - OBBLIGATORIO

FISICA

9 crediti - OBBLIGATORIO

FISICA (MODULO 1)

6 crediti

FISICA (MODULO 2)

3 crediti

ISTITUZIONI DI MATEMATICA (MAT/05)

9 crediti - OBBLIGATORIO

ZOOLOGIA (BIO/05)

8 crediti - OBBLIGATORIO