LABORATORIO DI SOCIAL INNOVATION

Insegnamento
LABORATORIO DI SOCIAL INNOVATION
Insegnamento in inglese
SOCIAL INNOVATION LABORATORY
Settore disciplinare
SPS/07
Corso di studi di riferimento
PROGETTAZIONE E GESTIONE DELLE POLITICHE E DEI SERVIZI SOCIALI
Tipo corso di studio
Laurea Magistrale
Crediti
3.0
Ripartizione oraria
Ore Attività Frontale: 18.0
Anno accademico
2021/2022
Anno di erogazione
2021/2022
Anno di corso
1
Lingua
ITALIANO
Percorso
PERCORSI COMUNE/GENERICO
Docente responsabile dell'erogazione
SPAGNOLO MARIA CHIARA

Descrizione dell'insegnamento

Nessuno

L’innovazione sociale può essere considerata una nuova soluzione che risponde a problemi sociali emergenti le cui soluzioni e interventi, innescano dei processi di crescita e di risposta positiva nel tessuto sociale. Le innovazioni sociali sono innovazioni che sono sociali sia nei loro fini che nei loro mezzi. Più specificatamente definiamo innovazioni sociali nuove idee (prodotti, servizi e modelli) che al contempo affrontano i problemi sociali (più efficacemente degli approcci esistenti) e creano nuove relazioni sociali o collaborazioni. L’insegnamento si propone di fornire agli studenti gli elementi concettuali necessari a elaborare un’interpretazione sociologica adeguata di dinamiche sociali emergenti e l’affermarsi delle organizzazioni di terzo settore come attori del sistema integrato di servizi sociali, sviluppando così capacità di lettura e di decisione inerenti alle problematiche di integrazione sociale tra gruppi sociali diversi, fra servizi sociali e sanitari, pubblici e di terzo settore. Gli elementi concettuali introdotti dall’insegnamento (Migliorare la soddisfazione delle esigenze collettive, innovazione tra gli attori sociali ed economici, comunicazione e new media) consentiranno di realizzare progetti di intervento sociale innovativi improntati all’intervento di rete e alla progettazione di servizi di terzo settore. 

 Il laboratorio intende fornire agli studenti degli strumenti operativi attraverso i quali poter riconoscere e utilizzare ciò che la trasversalità e la multidisciplinarità della disciplina propone: la valutazione, la progettazione e la gestione di interventi di innovazione sociale, con specifico riferimento al Terzo settore, ai servizi alla persona ed all'impresa sociale. Competenze specifiche: Capacità di analizzare i bisogni e le dinamiche di sviluppo dei contesti socio-territoriali, organizzativi e produttivi attraverso la realizzazione di analisi di contesto e dei fabbisogni di innovazione; Capacità di individuare, analizzare e modellizzare pratiche di innovazione sociale; Capacità di valutare l'impatto di pratiche di innovazione sociale; Capacità di progettare e implementare interventi di innovazione sociale nei settori pubblico, privato e del privato sociale; Capacità di contribuire allo sviluppo di politiche di innovazione sociale per l’avvio di nuove iniziative di imprese sociale e no profit. Conoscenze e comprensione: conoscere le principali definizioni di social innovation e le esperienze più significative realizzate. Capacità di applicare conoscenze e comprensione: comprendere le dinamiche di relazione tra i diversi attori dei processi di social innovation /attori pubblici, Terzo Settore, imprese, le dimensioni economiche dei processi, le modalità operative, le criticità attese. Autonomia di giudizio: essere capaci di agire ed assumere decisioni operative in contesti caratterizzati da elevata incertezza e da una pluralità di attori e contesti.Abilità comunicative: essere in grado di stabilire relazioni con i partner dei processi di social innovation, anche attraverso l’uso dei canali digitali. Capacità di apprendimento: essere in grado di riflettere ricorsivamente sugli step attuativi di iniziative di social innovation, applicando metodologie di pianificazione, monitoraggio, valutazione.

Il Laboratorio intende presentare e discutere con gli studenti frequentanti una serie di case-studies che analizzano esperienze rilevanti di social innovation in Italia ed in Europa, con l’obiettivo di costruire un set minimo di competenze per l’ideazione e gestione di pratiche di innovazione sociale.

Prova orale

L’innovazione sociale può essere considerata una nuova soluzione che risponde a problemi sociali emergenti le cui soluzioni e interventi, innescano dei processi di crescita e di risposta positiva nel tessuto sociale. Le innovazioni sociali sono innovazioni che sono sociali sia nei loro fini che nei loro mezzi. Più specificatamente definiamo innovazioni sociali nuove idee (prodotti, servizi e modelli) che al contempo affrontano i problemi sociali (più efficacemente degli approcci esistenti) e creano nuove relazioni sociali o collaborazioni. L’insegnamento si propone di fornire agli studenti gli elementi concettuali necessari a elaborare un’interpretazione sociologica adeguata di dinamiche sociali emergenti e l’affermarsi delle organizzazioni di terzo settore come attori del sistema integrato di servizi sociali, sviluppando così capacità di lettura e di decisione inerenti alle problematiche di integrazione sociale tra gruppi sociali diversi, fra servizi sociali e sanitari, pubblici e di terzo settore. Gli elementi concettuali introdotti dall’insegnamento (Migliorare la soddisfazione delle esigenze collettive, innovazione tra gli attori sociali ed economici, comunicazione e new media) consentiranno di realizzare progetti di intervento sociale innovativi improntati all’intervento di rete e alla progettazione di servizi di terzo settore. Il laboratorio intende fornire agli studenti degli strumenti operativi attraverso i quali poter riconoscere e utilizzare ciò che la trasversalità e la multidisciplinarità della disciplina propone: la valutazione, la progettazione e la gestione di interventi di innovazione sociale, con specifico riferimento al Terzo settore, ai servizi alla persona ed all'impresa sociale. Competenze specifiche: Capacità di analizzare i bisogni e le dinamiche di sviluppo dei contesti socio-territoriali, organizzativi e produttivi attraverso la realizzazione di analisi di contesto e dei fabbisogni di innovazione; Capacità di individuare, analizzare e modellizzare pratiche di innovazione sociale; Capacità di valutare l'impatto di pratiche di innovazione sociale; Capacità di progettare e implementare interventi di innovazione sociale nei settori pubblico, privato e del privato sociale; Capacità di contribuire allo sviluppo di politiche di innovazione sociale per l’avvio di nuove iniziative di imprese sociale e no profit. Conoscenze e comprensione: conoscere le principali definizioni di social innovation e le esperienze più significative realizzate. Capacità di applicare conoscenze e comprensione: comprendere le dinamiche di relazione tra i diversi attori dei processi di social innovation /attori pubblici, Terzo Settore, imprese, le dimensioni economiche dei processi, le modalità operative, le criticità attese. Autonomia di giudizio: essere capaci di agire ed assumere decisioni operative in contesti caratterizzati da elevata incertezza e da una pluralità di attori e contesti. Abilità comunicative: essere in grado di stabilire relazioni con i partner dei processi di social innovation, anche attraverso l’uso dei canali digitali. Capacità di apprendimento: essere in grado di riflettere ricorsivamente sugli step attuativi di iniziative di social innovation, applicando metodologie di pianificazione, monitoraggio, valutazione. Programma

M.Moralli, Innovazione sociale. Pratiche e Processi per ripensare la comunità, Franco Angeli, 2019 (parti del testo) e slides

Semestre
Secondo Semestre (dal 07/02/2022 al 10/06/2022)

Tipo esame
Obbligatorio

Valutazione
Orale - Voto Finale

Orario dell'insegnamento
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Scarica scheda insegnamento (Apre una nuova finestra)(Apre una nuova finestra)