DIRITTO PRIVATO EUROPEO

Insegnamento
DIRITTO PRIVATO EUROPEO
Insegnamento in inglese
Private european law
Settore disciplinare
IUS/01
Corso di studi di riferimento
GIURISPRUDENZA
Tipo corso di studio
Laurea Magistrale a Ciclo Unico
Crediti
8.0
Ripartizione oraria
Ore Attività frontale: 60.0
Anno accademico
2018/2019
Anno di erogazione
2021/2022
Anno di corso
4
Lingua
ITALIANO
Percorso
EUROPEO E INTERNAZIONALE

Descrizione dell'insegnamento

Il programma dell'insegnamento è provvisorio e potrebbe subire delle modifiche

Allo studente è richiesta la piena conoscenza delle nozioni privatistiche di base occorrenti per la comprensione degli approfondimenti monografici e saggistici proposti.

Il corso è dedicato alla materia del diritto privato europeo, con particolare attenzione ai rapporti bancari e finanziari.

1. Conoscenze e comprensione

Il corso si pone l’obiettivo di approfondire le dinamiche del consenso nell’autonomia privata per porre le basi per la comprensione dei rapporti bancari e finanziari.

2. Capacità di applicare conoscenze e comprensione

Sul terreno didattico l’insegnamento è finalizzato all’approfondimento di specifiche tematiche attraverso un approccio problematico che favorisca l’acquisizione dei profili applicativi della materia, in connessione con un consapevole uso degli strumenti critici tipici della disciplina.

3. Autonomia di giudizio

Lo studio del diritto privato europeo costituisce l’occasione per sollecitare l’approccio critico degli studenti rispetto a problemi complessi nonché per stimolare la capacità di analisi interdisciplinare

4. Abilità comunicative

Il futuro giurista apprende durante il corso una tecnica comunicativa mirata a rendere comprensibili anche a chi giurista non è le dinamiche attraverso le quali il diritto attraversa le vicende dei soggetti privati.

5. Capacità di apprendimento

Attraverso lo studio del diritto privato europeo, il futuro giurista approfondisce la comprensione di regole e istituti anche di matrice europea, nonché delle intime connessioni fra gli stessi, e dei problemi tuttora aperti in seno alla disciplina. Su tale base lo studente acquisirà competenze e capacità critiche idonee a garantirgli l’accesso a ulteriori approfondimenti teorico-pratici.

Lezioni frontali ed esercitazioni.

L’esame consiste in un colloquio orale finalizzato ad appurare il grado di assimilazione e comprensione del programma svolto a lezione e contenuto nei libri di testo consigliati. I frequentanti avranno altresì a disposizione esercitazioni pratiche in aula finalizzate alla verifica intermedia

Il contratto nella prospettiva europea. Le dinamiche del consenso. I rapporti bancari e finanziari. I contratti di intermediazione finanziaria: l’intermediario come titolare di un ufficio di diritto privato. La MiFID II.

  • F. Gazzoni, Obbligazioni e Contratti – Parte Nona “Il contratto in generale”, Napoli, 2019, pp. 775 – 1087
  • R. Di Raimo, Autonomia privata e dinamiche del consenso, Napoli, 2003
  • R. Di Raimo, Ufficio di diritto privato e carattere delle parti professionali quali criteri ordinanti delle negoziazioni bancaria e finanziaria (e assicurativa), in corso di pubblicazione sulla rivista trimestrale Giustizia civile.
  • F. Sartori, Le regole di adeguatezza e i contratti di borsa: tecniche normative, tutele e prospettive MiFID, in Rivista di Diritto Privato, fasc. 1, 2008
  • AA.VV., MiFID II. Quali tutele per il risparmiatore, Osservatorio Monetario 3/2018, in https://www.assbb.it/osservatorio-monetario/, pp. 1- 48

 

Per i frequentanti il programma di riferimento sarà precisato nel corso delle lezioni.

Semestre

Tipo esame
Obbligatorio

Valutazione
Orale - Voto Finale

Orario dell'insegnamento
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Scarica scheda insegnamento (Apre una nuova finestra)(Apre una nuova finestra)