STORIA DEL DIRITTO MEDIOEVALE E MODERNO

Insegnamento
STORIA DEL DIRITTO MEDIOEVALE E MODERNO
Insegnamento in inglese
HISTORY OF MEDIEVAL AND MODERN LAW
Settore disciplinare
IUS/19
Corso di studi di riferimento
GIURISPRUDENZA
Tipo corso di studio
Laurea Magistrale a Ciclo Unico
Crediti
10.0
Ripartizione oraria
Ore Attività Frontale: 0.0
Anno accademico
2017/2018
Anno di erogazione
2017/2018
Anno di corso
1
Lingua
ITALIANO
Percorso
PERCORSO COMUNE
Docenti responsabili dell'erogazione
NUZZO Luigi
VALLONE Giancarlo
Sede
Lecce

Descrizione dell'insegnamento

Il programma dell'insegnamento è provvisorio e potrebbe subire delle modifiche

nessuno

Il corso è dedicato alla storia del diritto europeo dall'età medievale all'età contemporanea.

Conoscenze e comprensione: il corso si pone l’obbiettivo di valorizzare la storia del diritto all’interno del curriculum del giurista contemporaneo, a partire da quesiti storiografici che permettano di indagare la dimensione storica della cultura giuridica europea e dei nessi che legano diritto, società e politica. Lungo un percorso che si estende dalla premodernità alla postmodernità, e attraverso l’analisi di testi giuridici esemplari per i loro contesti di produzione, di traduzione, di utilizzo, il corso mostra quali continuità e quali fratture emergono da un approccio critico alla storia del diritto.

Capacità di  applicare  conoscenze  e comprensione: il corso si prefigge l’obiettivo di stimolare la coscienza critica dello studente. Ciò gli permetterà di interpretare e contestualizzare fonti giuridiche di epoca medievale, moderna e contemporanea; di leggere storicamente norme giuridiche e orientamenti dottrinali o giurisprudenziali; di comparare le diverse esperienze giuridiche.

Autonomia di giudizio: assumendo consapevolezza della storicità del diritto lo studente potrà acquisire flessibilità, iniziativa, capacità di analisi di documenti complessi che lo aiuteranno in modo determinante nell’attività di valutazione e formulazione di soluzioni ai problemi posti dalla vita giuridica contemporanea.

Abilità comunicative: le capacità comunicative degli studenti saranno stimolate attraverso lezioni frontali, che prevedono il loro coinvolgimento, seminari ed esercitazioni

Capacità di apprendimento: attraverso uno studio della storia del diritto criticamente orientato lo studente approfondirà le relazioni tra diritto, società, politica e economia. Su tale base lo studente acquisirà competenze e capacità di analisi che gli permetteranno di guardare in maniera pienamente consapevole e globale al fenomeno giuridico .

 

La didattica è strutturata attraverso lezioni frontali, seminari; esercitazioni.

L'esame è orale ed è rivolto a verificare le conoscenze acquisite, la capacità di analisi e il livello di approfondimento critico raggiunto dalle studentesse e dagli studenti.  Nel corso dell’anno potranno essere effettuate delle verifiche intermedie.

1. Metodologia e discorso storico giuridico:

a. Diritto e società. Vari modi di raccontare la storia;

b. Prospettive metodologiche per una storia critica del diritto;

c.Premoderno/moderno; moderno/postmoderno.

 

2. Continuità e fratture: il diritto romano nell’Europa medievale

a. Luoghi, testi, scuole;

b.Modelli giuridici medievali: corporativismo e pluralismo giuridico;

c.Un diritto senza “Verità”: il giurista come interprete.

 

3. Continuità e fratture: rileggere il diritto romano

a.Diritto comune, droit commun, common law;

b. Usus modernus pandectarum;

c. Lo strano caso del derecho indiano.

 

4. Continuità e fratture: il progetto giuridico della modernità

a. Crisi del diritto comune e formazione dello stato;

b. Il giurista da interprete a legislatore;

c. Itinerari della codificazione.

 

5. Continuità e fratture: il “diritto romano attuale”

a. Scuola storica vs. scuola dell’esegesi;

b. Scienza giuridica e sistematica: la pandettistica;

c. Romanistica tedesca e cultura giuridica italiana nel XIX secolo.

 

6. Continuità e fratture: cultura giuridica e Italia fascista

a. Stato di diritto stato amministrativo e costruzione dello stato totalitario;

b. Diritto penale e fascismo;

c. La codificazione civile del 1942;

d.Modelli giuridici a confronto: nazionalsocialismo e fascismo

A. M. HESPANHA,  La cultura giuridica europea, il Mulino, Bologna, 2013; 

L. NUZZO, Il linguaggio giuridico della Conquista. Strategie di controllo nelle Indie Spagnole, Jovene, Napoli, 2004.

Semestre
Primo Semestre (dal 18/09/2017 al 07/12/2017)

Tipo esame
Obbligatorio

Valutazione
Orale - Voto Finale

Orario dell'insegnamento
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Partizioni

Partizione per cognome (M - Z) STORIA DEL DIRITTO MEDIOEVALE E MODERNO Partizione per cognome (A - L) STORIA DEL DIRITTO MEDIOEVALE E MODERNO