ANTROPOLOGIA FISICA

Insegnamento
ANTROPOLOGIA FISICA
Insegnamento in inglese
PHYSICAL ANTHROPOLOGY
Settore disciplinare
BIO/08
Corso di studi di riferimento
ARCHEOLOGIA
Tipo corso di studio
Laurea Magistrale
Crediti
6.0
Ripartizione oraria
Ore Attività Frontale: 42.0
Anno accademico
2023/2024
Anno di erogazione
2023/2024
Anno di corso
1
Lingua
ITALIANO
Percorso
PERCORSO GENERICO/COMUNE
Docente responsabile dell'erogazione
VIVA SERENA

Descrizione dell'insegnamento

Conoscenza dell’osteologia umana macroscopica. Capacità di leggere e comprendere testi in inglese scientifico.

Il corso prevede una prima parte in laboratorio per un ripasso di osteologia macroscopica. Verranno illustrati i principali metodi di determinazione di età alla morte e di sesso. Nella seconda parte del corso verranno illustrati i principi teorici e le applicazioni pratiche per lo scavo dei resti scheletrici umani, la relativa documentazione e l'interpretazione dei dati raccolti.

Il corso si propone di fornire le conoscenze teoriche e metodologiche dell’antropologia fisica applicabili in ambito archeologico, necessarie ai fini della valorizzazione e conservazione dei resti umani. Questo si traduce nella capacità operativa di base sul campo, nell’ambito dello scavo e della catalogazione dei resti umani scheletrici, come compilare una scheda antropologica ministeriale e interpretare il contesto sepolcrale dal punto di vista tafonomico. Inoltre è richiesta la capacità di riconoscere per grandi linee il sesso e l'età alla morte degli individui a partire dai resti scheletrici e quella di analizzare e sintetizzare le informazioni (acquisire, organizzare e riformulare dati e conoscenze provenienti da diverse fonti). 

Didattica frontale, descrizione e interpretazione delle dinamiche tafonomiche partendo da esempi concreti di rinvenimento di resti umani con Powerpoint.

L’esame consisterà in una prova orale in cui saranno mostrate foto e rilievi di casi concreti di rinvenimento di resti umani analoghi a quelli presentati durante le lezioni. Lo studente dovrà essere in grado di descriverli e di interpretarli dal punto di vista tafonomico. Una parte pratica verterà sulla compilazione di una scheda antropologica. 

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale esclusivamente utilizzando le modalità previste dal sistema VOL.

Gli appelli si tengono in presenza nelle aule segnalate.

Prima parte:

Anatomia scheletrica: descrizione anatomica degli elementi ossei dello scheletro e della loro variabilità. Esercizi di lateralizzazione e descrizione degli elementi scheletrici in base ai piani anatomici fondamentali.
Stima del sesso scheletrico: principali metodologie per la stima del sesso di un individuo scheletrico, sulla base delle caratteristiche morfometriche delle ossa di cranio e bacino.
Stima dell’età alla morte: principali metodologie per la stima dell'età alla morte degli individui scheletrici subadulti e adulti.
 

Seconda parte: 
Descrizione degli stadi di decomposizione di un corpo, la cui conoscenza consente di ricostruire lo stato originario di una sepoltura.
Principi di tafonomia e archeologia funeraria: classificazione delle sepolture (in primarie e secondarie, singole, bisome, multiple o collettive); definizione del concetto di connessione anatomica; definizione del tipo di giacitura (primaria o secondaria) e del tipo di decomposizione, se in spazio pieno o vuoto.
Descrizione delle tecniche di recupero in base al tipo di contesto sepolcrale. Documentazione grafica e fotografica dei resti umani sul campo; compilazione di schede antropologiche ministeriali, descrizione e interpretazione tafonomica.  

I testi di riferimento sono forniti nel materiale didattico. Ulteriori articoli su temi specifici saranno indicati durante il corso.

Semestre
Secondo Semestre (dal 04/03/2024 al 07/06/2024)

Tipo esame
Obbligatorio

Valutazione
Orale - Voto Finale

Orario dell'insegnamento
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Scarica scheda insegnamento (Apre una nuova finestra)(Apre una nuova finestra)