SPORT E DIRITTO NELL'ANTICHITA' E NELL'EPOCA MODERNA - MODULO A

Insegnamento
SPORT E DIRITTO NELL'ANTICHITA' E NELL'EPOCA MODERNA - MODULO A
Insegnamento in inglese
Settore disciplinare
IUS/18
Corso di studi di riferimento
DIRITTO E MANAGEMENT DELLO SPORT
Tipo corso di studio
Laurea
Crediti
6.0
Ripartizione oraria
Ore Attività Frontale: 30.0
Anno accademico
2023/2024
Anno di erogazione
2023/2024
Anno di corso
1
Percorso
Percorso comune
Docente responsabile dell'erogazione
BALESTRA GAETANA

Descrizione dell'insegnamento

Trattandosi di attività di primo anno non sono previsti prerequisiti aggiuntivi rispetto a quelli occorrenti per iscriversi al Corso di Laurea, né propedeuticità.

Il corso, diviso in due moduli, ha come obiettivo quello di fornire allo studente le conoscenze minime di base degli istituti del diritto romano e della storia del diritto moderno e contemporaneo, selezionati in ragione della loro rilevanza per le tematiche trattate nel Corso di Laurea. 

a) Conoscenze e comprensione: Lo studio storico del fenomeno sportivo in epoca antica, moderna e contemporanea impartisce una conoscenza, di base e prospettica, di alcune delle tematiche e degli istituti tipici del Corso di Laurea. In particolare, l’apprendimento di istituti tipici del diritto romano, selezionati in ragione della loro rilevanza per le tematiche trattate nel Corso di Laurea​, ha come fine quello di affinare le chiavi di lettura tipiche del pensiero giuridico, applicandole al campo del diritto dello sport.

b) Capacità di applicare conoscenze e comprensione: Si mira a favorire l’acquisizione da parte dello studente di un uso consapevole degli strumenti critici tipici delle discipline storiche. In particolare, il primo modulo sarà rivolto ad esaminare casi pratici che orientino lo studente verso profili applicativi, secondo le particolari tematiche del corso di Laurea.

c) Autonomia di giudizio: Attraverso lo studio delle tematiche oggetto del corso lo studente può acquisire flessibilità, iniziativa, attitudine al problem solving,capacità di analisi di documenti anche complessi e di valutazione di soluzioni anche in vista della loro applicazione. L’autonomia di giudizio potrà essere perseguita anche attraverso l’analisi e la lettura di testimonianze antiche (fornite in traduzione), nonché di testi normativi, sentenze, bozze contrattuali, atti di costituzione di associazioni e federazioni.  

d) Abilità comunicative: Lo studente acquisisce, attraverso il corso, il lessico adeguato e potenzia ed affina le sue abilità comunicative in forma scritta e orale su temi legati al diritto dello sport, attraverso lezioni frontali, azioni di didattica innovativa, attività seminariali.

e) Capacità di apprendimento: La metodologia didattica è mirata a favorire una conoscenza critica degli istituti, attraverso la consultazione diretta di fonti e materiali, attività seminariali e laboratoriali, funzionali ad un apprendimento autonomo e consapevole, funzionale ad un approccio personale e critico ai temi oggetto di studio.

Oltre a lezioni frontali tradizionali, sono previste lezioni magistrali e seminari tenuti da studiosi nazionali ed internazionali. I metodi impiegati saranno funzionali a consentire allo studente la crescita delle capacità di conoscenza e comprensione, autonomia di giudizio, abilità applicative e comunicative.

Modalità di accertamento dei risultati: esame orale con voto finale. 

Per il conseguimento del voto minimo necessario per il superamento dell'esame (18/30), lo studente deve raggiungere la sufficienza in tutti i livelli di verifica indicati.

Il voto positivo massimo (30/30 con eventuale concessione della lode) interverrà in caso di eccellenza su tutti i livelli considerati.

- A. Wacke, Incidenti nello sport e nel gioco in diritto romano e moderno, in Index 19 (1991), 359-378.

- I. Fargnoli, Precedenti antichi di giustizia sportiva, in Archivio giuridico sassarese, XXV, 2020/2, 73-88.

- S. Longo, Ludi gladiatorii e regole di ingaggio, in Percorsi interdisciplinari in tema di rapporto obbligatorio, Torino 2021, 126-153

- F. Milazzo, Attività sportiva del filius familias e responsabilità aquiliana nel mondo romano, in Percorsi interdisciplinari in tema di rapporto obbligatorio, Torino 2021, 207-225.

- A. Busacca, La prestazione sportiva tra valore sociale e attività lavorativa, in Percorsi interdisciplinari in tema di rapporto obbligatorio, Torino 2021, 170-200.

- E. Franciosi, Gloriae et virtutis causa. Status sociale e giuridico degli atleti nel mondo romano, in Studi in onore di G. Nicosia III, Milano 2007, 437-468.

- Altro materiale che verrà fornito dal docente durante le lezioni.

Semestre
Primo Semestre (dal 25/09/2023 al 07/12/2023)

Tipo esame

Valutazione
Orale

Orario dell'insegnamento
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Insegnamento padre
SPORT E DIRITTO NELL'ANTICHITA' E NELL'EPOCA MODERNA (LB48)

Scarica scheda insegnamento (Apre una nuova finestra)(Apre una nuova finestra)