SOCIOLOGIA DELLA SCRITTURA GIORNALISTICA E DELLA COMUNICAZIONE ON LINE

Insegnamento
SOCIOLOGIA DELLA SCRITTURA GIORNALISTICA E DELLA COMUNICAZIONE ON LINE
Insegnamento in inglese
SOCIOLOGY OF THE JOURNALISTIC WRITING AND ON LINE COMMUNICATION
Settore disciplinare
SPS/08
Corso di studi di riferimento
COMUNICAZIONE PUBBLICA, ECONOMICA E ISTITUZIONALE
Tipo corso di studio
Laurea Magistrale
Crediti
12.0
Ripartizione oraria
Ore Attività frontale: 60.0
Anno accademico
2019/2020
Anno di erogazione
2019/2020
Anno di corso
1
Lingua
ITALIANO
Percorso
PERCORSO COMUNE
Docente responsabile dell'erogazione
CRISTANTE Stefano

Descrizione dell'insegnamento

È necessario, prima dell’inizio del corso, dedicare del tempo alla lettura dei giornali quotidiani (sia cartacei che on line) e alla visione dei telegiornali nazionali, con attenzione critica verso le principali notizie di attualità. Per prendere dimestichezza con la produzione giornalistica di opinioni si consiglia la lettura di Stefano Cristante, “Società Low Cost”, Mimesis, 2018.

Il corso di Sociologia della scrittura giornalistica si propone di fornire agli studenti le chiavi interpretative per analizzare la sempre più vasta produzione di notizie, un ambito produttivo in continuo cambiamento, sia per le continue accelerazioni tecnologiche sia per assecondare le trasformazioni dell’opinione pubblica. A questo concetto sarà riservato uno spazio particolare nelle lezioni, per analizzarne le ambivalenze e segnalare i momenti fondamentali nella dialettica tra società, politica e informazione.

  • Conoscenze e comprensione Gli studenti dovranno imparare a distinguere e a utilizzare le diverse forme della scrittura giornalistica emerse nel corso del tempo in Occidente, approfondendo le differenze di linguaggio tra testi della stampa quotidiana, rotocalchi, radio e telegiornali, giornali digitali.
  • Capacità di applicare conoscenze e comprensione Lo studio teorico sarà accompagnato da esperimenti di produzione di testi che consentiranno agli studenti di maneggiare la scrittura giornalistica nei suoi aspetti tecnici e narrativi.
  • Autonomia di giudizio Gli studenti saranno stimolati a prendere visione dei materiali giornalistici sviluppando capacità critiche, sia nell’individuare le tipologie di organizzazione delle notizie, sia nel riconoscere argomentazioni e stili giornalistici.
  • Abilità comunicative Gli studenti saranno messi in condizioni di riflettere criticamente anche sulla propria produzione di testi. Considerato il tipo di insegnamento, si promuoveranno principalmente le abilità di scrittura, senza precludere eventuali altre esperienze audio (radio) e video (tv), qualora si rendano disponibili mezzi e strutture ad hoc.
  • Capacità di apprendimento Lettura critica di un quotidiano, di una trasmissione radiofonica, di un tg e di altri media oggetto di lezione. Capacità argomentativa e stilistica crescenti nella stesura di testi.

Le lezioni saranno eseguite prevalentemente in modalità frontale, avvalendosi, quando ritenuto necessario, della presentazione di materiali audiovisivi, on line e non. Sono organizzati lavori di gruppo degli studenti per approfondire singole parti del programma, per discuterne in aula e per produrre materiali pertinenti. Il docente stimolerà la produzione di scrittura da parte degli studenti, proponendo esercitazioni su diverse tipologie di format, anche on line. Ogni anno il docente invita a lezione alcuni giornalisti della carta stampata e delle testate on line per approfondimenti sulla loro professione.

Gli studenti frequentanti dovranno sostenere per una prova di scrittura giornalistica seguita da una verifica orale sui testi indicati dal docente. La prova di scrittura è coerente con quanto affermato sugli obiettivi formativi, mentre la verifica orale atterrà la conoscenza di testi ritenuti essenziali per comprendere il sistema giornalistico contemporaneo. Saranno possibili durante il corso lavori di approfondimento affidati agli studenti, di cui il docente terrà conto per la valutazione finale.

L'esame è invece esclusivamente verbale per i non frequentanti, dato che essi non potranno partecipare ai gruppi di lavoro e alle esercitazioni.

La scrittura giornalistica ha rappresentato uno dei più potenti motori della modernità occidentale ed è una delle forme espressive egemoni nel pianeta. Il programma sarà organizzato intorno a un testo capace di restituire la complessità dell’organizzazione giornalistica delle notizie (vedi prossimo item), e intorno a un testo del docente che sviluppa esempi di scrittura argomentativa. Durante il corso sarà affrontato anche lo studio delle rappresentazioni dell’opinione pubblica (trait d’union tra pubblico e comunicazioni di massa), a partire da un testo di Elisabeth Noelle-Neumann considerato ormai un classico del settore (vedi prossimo item). Come dichiarato in precedenza, il corso sarà costituito da una serie di lezioni teoriche e da esercitazioni di scrittura, collocabili anche in un blog del corso.

Testi d’esame per studenti frequentanti:

Carlo Sorrentino, Enrico Bianda, “Studiare il giornalismo”, Carocci, 2016;

Elisabeth Noelle-Neumann, “La spirale del silenzio”, Meltemi, 2017 (in particolare i capitoli 1, 3, 4, 13, 16, 17, 18, 20, 21, 22).

A questi testi saranno aggiunti singoli saggi segnalati dal docente durante le lezioni e che saranno riportati nella voce “Materiale Didattico” di questa scheda entro la fine del corso.

Testi d’esame per studenti non-frequentanti: in aggiunta ai testi sopra indicati, gli studenti non-frequentanti dovranno studiare il testo di Valentina Cremonesini e Stefano Cristante “La parte cattiva dell’Italia”, Mimesis 2015.

Semestre
Primo Semestre (dal 23/09/2019 al 17/01/2020)

Tipo esame
Obbligatorio

Valutazione
Orale - Voto Finale

Orario dell'insegnamento
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Mutuato da
SOCIOLOGIA DELLA SCRITTURA GIORNALISTICA E DELLA COMUNICAZIONE ON LINE (LM30)

Scarica scheda insegnamento (Apre una nuova finestra)