Politica costituzionale comparata

Insegnamento
Politica costituzionale comparata
Insegnamento in inglese
comparative constitutional politics
Settore disciplinare
IUS/21
Corso di studi di riferimento
SCIENZE POLITICHE E DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI
Tipo corso di studio
Laurea
Crediti
6.0
Ripartizione oraria
Ore Attività frontale: 36.0
Anno accademico
2019/2020
Anno di erogazione
2020/2021
Anno di corso
2
Lingua
ITALIANO
Percorso
PERCORSO COMUNE
Docente responsabile dell'erogazione
CARDUCCI Michele

Descrizione dell'insegnamento

Aver sostenuto l'esame di insegnamento giuridico del primo anno di Corso della laurea triennale

Il Corso è strutturato in 6 Moduli di 6 ore ciascuno.

Il tema di studio riguarda il rapporto fra:

- Costituzioni;

- "crono-politica";

- cambiamenti climatici e "tragedia dell'orizzonte" temporale.

I Moduli sono corredati di materiale didattico autonomamente scaricabile dallo Studente.

Il contenuto del Corso consente l'apprendimento dei quadri teorici e delle tecniche di Drafting normativo, finalizzate a produrre politiche applicative o attuative delle Costituzioni all'interno dei differenti sistemi regolativi multilivello, conseguenti alle integrazioni sovranazionali esistenti nel mondo e nel contesto "inedito" dell'attuale fenomeno dei cambiamenti climatici antropogenici.

Consentire agli Studenti di acquisire conoscenze teoriche e competenze applicative del Drafting, nei diversi campi di produzione di azioni politiche attraverso il diritto, rispetto ai seguenti UN-SDGs al 2030:  3, 5, 11, 12, 13, 16, 17.

Laboratoriale di progettazione costituzionale e su piattaforma online Teams del Centro di Ricerca Euro Americano sulle Politiche Costituzionali (CEDEUAM).

La modalità di esame consisterà in tre attività:

- lettura di un articolato normativo per comprenderne le forme, il discorso e il lessico;

- redazione di un Report di Drafting di politica costituzionale, sulla base anche degli spunti offerti dalle seguenti due piattaforme: quella europea http://ec.europa.eu/info/law/contribute-law-making, quella italiana http://open.gov.it/;

- risposta a una domanda del Docente.

Per il calendario degli appelli si consulti sempre il link "Notizie" della presente pagina del Docente.

A integrazione del Programma, si forniranno ulteriori informazioni utili sulle regole per la partecipazione alle attività dei tirocini scientifici e ai "meriti distinti" di competenza con i progetti:

 "Democracy" di "Diplomatici";

"Laboratori interculturali" di UniPopInterazione APS;

"Laboratori di simulazione dei ruoli" e di Diritto climatico con Pluriversus APS.

Sarà inoltre promosso un seminario orientativo sulla redazione delle tesi di laurea triennale.

Primo Modulo: che cos'è la politca?

(con designazione di un Rappresentante di aula per i contatti con il Docente).

1. Spiegazione del programma e organizzazione delle attività.

2. Come "far cose con regole" e "far cose con parole".

3. Semantica storica della "politica": stasis, éschaton, contingenza. La politica nelle sette tradizioni giuridiche del mondo.

4. La politica nella tradizione giuridica occidentale "secolarizzata": possibilità, progetto e decisione tra modo "insulare" (Polity, Politics, Policy) e modo "continentale" (Politikum) di coniugare regole e ideali.

5. Politica costituzionale e politiche pubbliche: le differenze tra applicazione, attuazione, esecuzione, efficacia, effettività delle Costituzioni; le differenze tra normatività, normalità e regolarità costituzionali.

6. I concetti di autonomia e discrezionalità.

7. La "politica costituzionale" come politica statale e la  "Governance" sovranazionale: il "trilemma di Rodrik".

8. Che cosa ignifica "destra" e "sinistra"?

 

Secondo Modulo: qual è il rapporto tra politica e Costituzioni?

1. Le Costituzioni moderne come "accoppiamento strutturale" di politica e diritto.

2. Il Novecento e le 7 configurazioni costituzionali della politica (di fondazione o di limitazione) nelle 2 configurazioni costituzionali del diritto (divisione dei poteri orizzontale e verticale).

3. Il problema del rapporto tra politiche pubbliche e "materie" fissate nelle Costituzioni.

4. Tipi di enunciati e di discorsi costituzionali (J.J. Gomes Canotilho) e nessi con le riserve di legge e di scienza, i rinvii, il principio di legalità, le lacune, la "Drittwirkung".

 

Terzo Modulo: qual è il rapporto tra politica e metodo?

1. Le 4 varianti euro-atlantiche del nesso tra politica e cultura  e le declinazioni storiche della dignità umana (U. Cerroni).

2. Politica, metodo democratico, funzioni c.d. "di indirizzo politico".

3. Lo studio comparato delle forme della discrezionalità politica.

4. Gli elementi determinanti delle competenze costituzionali e gli elementi determinanti della discrezionalità politica.

5. I "cicli funzionali" delle Costituzioni nelle dinamiche con altri ordinamenti giuridici (interni o esterni allo Stato: pluralismo giuridico e pluralismo costituzionale).

 

Quarto Modulo: come si fa politica?

1. Le cinque "fabbriche" della politica: della decisione; del ragionamento; dell'accordo; della partecipazione; delle norme.

2. La "crono-politica" e il "crono-diritto" (efficacia ed effettività).

3. Le forme giuridiche della proposta e della mediazione politica: gli accordi di coalizione e la loro comparazione.

4. Le tre forme pratiche di politica costituzionale: - teorica (la politica come fine di cambiamento, educazione, "Ergreifung" del futuro); - attuativa (la politica come tecnica di decisione: AIR, ATN, VIR, ACB); - applicativa (la politica come tecnica di argomentazione).

5. La "nascita" delle politiche attraverso i sistemi elettorali.

6. La comparazione delle politiche (Guy Peters) e i meccanismi di "Policy Transfer".

7. I giudici come attori di politiche pubbliche: le "Litigation Strategies".

 

Quinto Modulo: come si produce diritto con la politica?

I Drafting delle politiche in 6 tappe teorico-pratiche:

1. il Drafting istituzionale (Constitution Making, Design, Building, Implementation) e le modalità di "transizione costituzionale";

2. il Drafting normativo formale e sostanziale e i rischi di normazione "simbolica" o "nominale" (con riguardo a: redazione del testo; definizione dei contenuti; stile del linguaggio; identificazione dei diritti; riconoscimento delle autonomie e della c.d. "sussidiarietà"; inquadramento delle procedure democratiche; semplificazione dei procedimenti; individuazione delle coperture finanziare e amministrative; calcolo degli oneri, dei costi transattivi e delle esternalità negative);

3. il Drafting educazionale (dal "catechismo" illuminista al diritto all'educazione novecentesco) e gli "standard" internazionali ("Codici" e "Linee guida" internazionali ONU, OCSE, OSCE, Commissione di Venezia, OSA);

4. le "analisi di impatto" (analisi economica, anticorruzione, valutazione retrospettiva);

5. Valutazione delle politiche e "Compliance" internazionale;

6. Codificazione "dinamica" e "Linee Guida". Le politiche di "Open Government", "Open Innovation", "Risk and Coherence" nella UE e nell'OCSE. 7. Democrazia partecipativa.

 

Sesto Modulo: di che cosa si occupa la politica

Politica e "fallimenti" del diritto nella sfida dei cambiamenti climatici

1. Dai "beni pubblici hobbesiani" ai "beni strategici intergenerazionali", tra bisogni, interessi, diritti, necessità.

2. Politica, diritto e fallimenti: del mercato; dell'automazione tecnologica; della sostenibilità.

3. Politica e natura.

4. Politica e diritto al tempo dei cambiamenti climatici antropogenici: dal diritto ambientale al diritto climatico.

5. La necessità della decisione "ecologica" nella differenza tra Drafting bio-giuridico e Drafting ecologico del "metabolismo sociale".

6. "Poste in gioco" alte e decisioni "post-normali", fra "tragedia dei beni comuni" e "tragedia dell'orizzonte" temporale.

Materiale plurilingue messo a disposizione degli Studenti sia frequentanti che non frequentanti

Semestre
Secondo Semestre (dal 01/03/2021 al 04/06/2021)

Tipo esame
Obbligatorio

Valutazione
Orale - Voto Finale

Orario dell'insegnamento
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Scarica scheda insegnamento (Apre una nuova finestra)