Deontologia delle professioni

Insegnamento
Deontologia delle professioni
Insegnamento in inglese
Ethics of professions
Settore disciplinare
M-PED/01
Corso di studi di riferimento
SCIENZA E TECNICHE PSICOLOGICHE
Tipo corso di studio
Laurea
Crediti
8.0
Ripartizione oraria
Ore Attività frontale: 40.0
Anno accademico
2019/2020
Anno di erogazione
2019/2020
Anno di corso
1
Lingua
ITALIANO
Percorso
PERCORSO GENERICO/COMUNE
Docente responsabile dell'erogazione
ANNACONTINI Giuseppe

Descrizione dell'insegnamento

Aver seguito le eventuali propedeuticità fissate da regolamento

Il corso a promuovere un quadro specifico delle più rilevanti correnti deontologiche e a sviluppare una consapevolezza critica delle ricadute e delle traduzioni che tali correnti hanno in chiave pedagogica  in riferimento ai loro possibili significati e relativi obiettivi. Si intende promuovere e discutere una idea di deontologia professionale in ambito educativo riferibile ai diversi luoghi e tempi dell'educazione, focalizzando i valori dell'impegno etico, sociale, comunitario in relazione alla centralità della progettualità esistenziale dei soggetti in formazione.

I riferimenti teorici ai quali si farà diretto ricorso sono il Problematicismo pedagogico di G.M. Bertin e la Pedagogia dell'autonomia di P. Freire. Di queste correnti  saranno esplicitate le categorie fondamentali, il potenziale euristico e interpretativo nei confronti dell'attuale società.

Conoscere i quadri teorici della prospettiva del Problematicismo pedagogico e della Pedagogia dell'Autonomia (le loro categorie fondamentali) e saperne utilizzare i principi in direzione critica ed euristica in relazione all'attuale contesto sociale;

saper gestire secondo una prospettiva deontologica percorsi formativi, di consulenza educativa, per singoli-gruppi-istituzioni-servizi educativi;

sa programmare interventi nelle istituzioni scolastiche e nei diversi tipi di servizi in campo educativo e formativo;

saper applicare una riflessività deontologicamente informata rispetto al funzionamento di enti e servizi educativi facendo ricorso ad un modello critico e riflessivo;

declinare la propria competenza professionale professionale in termini di impegno etico nei contesti sociali e comunitari;

saper articolare le tecniche istruttive e didattiche intorno alla centralità della responsabilità personale, della progettualità esistenziale, della gestione pacifica dei conflitti, dell'empowerment;

saper potenziare il proprio profilo professionale riferendolo al modello deontologico appreso o elaborato;

saper ipotizzare percorsi di approfondimento dei problemi etici e definire opzioni deontologiche nei vari ambiti e nelle varie esperienze dell'agire educativo.

Lezione frontale;

attività laboratoriali;

seminari con testimoni privilegiati.

L'esame è in forma orale per un numero di iscritti inferiore a 60. In caso contrario l'esame sarà in forma scritta con un questionario a risposta multipla sui testi indicati nel programma. In questo secondo caso la lode viene attribuita solo a coloro che hanno risposto esattamente a tutte le domande e che chiederanno un surplus d’esame atto a dimostrare la piena padronanza critica dei contenuti dei testi di riferimento.

Si prevede di realizzare nel mese di Dicembre una prova di valutazione formativa SOLO PER I FREQUENTANTI che, nel caso di esito positivo, potrà esonerare gli studenti dal portare all'esame parte del programma.

Il voto finale sarà in trentesimi.

Non è previsto il salto d'appello.

Per sostenere la prova d'esame è ASSOLUTAMENTE INDISPENSABILE l'iscrizione tramite bacheca elettronica ENTRO I TERMINI TEMPORALI INDICATI.

Le caratteristiche fondamentali della professione educativa e di cura.

- Sviluppi della "Legge Iori"

- I modelli regolativi della professione educativa

- Paradigmi pedagogici dell'educare (tra identità e postmodernità)

Alcune caratteristiche della professione educativa e di cura

- L'educatore competente

- I plurali settori e ambiti di pratica

- La formazione universitaria

Il valore della riflessività nella deontologia delle professioni di cura

- Teoria e prassi, i rischi del tecnicismo

- L'impegno per l'inattuale e la progettualità esistenziale

- Problem posing e problem solving. La questione della crisi, dell'interrogazione, della ricerca

Lineamenti di deontologia

- Morale, etica, assiologia, deontologia

- Definizioni e prospettive (innatiste ed culturaliste) 

- Etica e deontologia professionale

Questioni di margine deontologico

- I problemi dell'aver cura

- Riflessività e conoscenza

- L'esperienza della paradossalità nell'etica

Deontologia praticata

- La teoria dell'oppresso

- Concezione problematizzante e depositaria della cura e dell'educazione

- Dialogo e antidialogo

M. Contini et alii, Deontologia pedagogica. Riflessività e pratiche di resistenza, FrancoAngeli, Milano 2014.

P. Freire, Pedagogia dell’autonomia, Ega, Torino, 2014

C. Biasin, L' educatore. Identità, etica, deontologia, CLEUP (capp. 1-2-5; appendice "a" e "b" solo punto 7)

Semestre
Primo Semestre (dal 30/09/2019 al 15/01/2020)

Tipo esame
Non obbligatorio

Valutazione
Orale - Voto Finale

Orario dell'insegnamento
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Scarica scheda insegnamento (Apre una nuova finestra)