LABORATORIO DI INFORMATICA PER LE LINGUE CLASSICHE

Insegnamento
LABORATORIO DI INFORMATICA PER LE LINGUE CLASSICHE
Insegnamento in inglese
INFORMATICS LABORATORY FOR CLASSICAL LANGUAGES
Settore disciplinare
L-FIL-LET/02
Corso di studi di riferimento
LETTERE CLASSICHE
Tipo corso di studio
Laurea Magistrale
Crediti
2.0
Ripartizione oraria
Ore Attività Frontale: 20.0
Anno accademico
2019/2020
Anno di erogazione
2020/2021
Anno di corso
2
Lingua
ITALIANO
Percorso
PERCORSO COMUNE
Sede
Lecce

Descrizione dell'insegnamento

Il programma dell'insegnamento è provvisorio e potrebbe subire delle modifiche

Conoscere la lingua e la letteratura greca.

Conoscere la lingua e la letteratura latina.

Conoscere gli applicativi del pacchetto Office e di Google Workplace (Documenti, Fogli, Presentazione, Moduli),

Conoscere come funziona un browser di navigazione web.

Il corso si tiene assieme al Prof. O. Vox. Scrivere e ricercare sul web in alfabeto latino esteso o in alfabeto non latino. I testi greci e latini e relativi dizionari nelle banche dati ad accesso web. La ricerca bibliografica sul web. L’annotazione digitale: lo strumento web Euporia​​​​.

Conoscenze e comprensione

  • conoscere il font Unicode e la tastiera con i caratteri dell’alfabeto latino esteso e degli alfabeti non latini;
  • conoscere strumenti digitali web per la ricerca di testi greci o latini;
  • conoscere gli strumenti digitali web per la analisi lessicale o sintattica dei testi greci o latini;
  • conoscere gli strumenti digitali web per la ricerca bibliografica relativa a un testo o a un autore o a un tema greco o latino;
  • conoscere gli strumenti digitali web per recuperare le versioni digitali o pdf dei singoli riferimenti bibliografici;
  • conoscere in cosa consista una annotazione digitale e i tipi di annotazione possibili con l’applicativo Euporia

Capacità di applicare conoscenze e comprensione

  • capacità di usare un font unicode e di scrivere con i caratteri latini estesi o con caratteri diversi da quelli dell’alfabeto latino:
  • capacità di usare ognuno degli strumenti digitali web presentati per individuare, esportare e trattare o preparare un testo greco o latino;
  • capacità di usare ognuno degli strumenti digitali web presentati per individuare, esportare e trattare o preparare la bibliografia di riferimento circa un testo, un autore o un tema
  • capacità di usare ognuno degli strumenti digitali web presentati per eseguire, esportare, preparare una ricerca lessicale o sintattica
  • capacità di usare l’applicativo Euporia per annotare dal punto di vista grammaticale, sintattico, stilistico, retorico o di contenuto un testo greco e latino.

Autonomia di giudizio

  • per i font unicode sapere valutare le strategie di miglior utilizzo in termini di efficienza e efficacia;
  • per ognuno degli strumenti digitali web presentati saper svolgere una valutazione autonoma, di opportunità in vista del tema di proprio interesse per i quali utilizzarli;
  • per ognuno degli strumenti digitali web presentati saper svolgere una valutazione autonoma di attendibilità, in vista del tema di proprio interesse per i quali utilizzarli.

Abilità comunicative

  • saper comunicare ai colleghi di corso e al docente circa gli strumenti digitali web e le tematiche che con essi si possono affrontare.

Capacità di apprendimento

  • saper usare i font unicode e gli strumenti digitali web presentati come strumenti per la documentazione circa un tema di interesse ovvero per continuare a studiare e apprendere in piena autonomia.

Attività laboratoriale. Dopo una breve introduzione ad ogni argomento, si svolgeranno una serie di attività mirate a cura degli studenti per ognuno dei quattro temi. Lo studente svolgerà queste attività in modalità guidata in aula e poi in autonomia a casa.

L’esame finale consiste in una prova di tipo pratico-applicativo. Allo studente verrà presentato un problema di lingua o letteratura greca o latina ed egli dovrà dimostrare di saper scegliere il font unicode, gli strumenti digitali, incluso quello per annotazione, più idonei e dopo di che dimostrare di saperli usare per scrivere o recuperare un testo, la sua bibliografia e per annotarlo digitalmente sotto più punti di vista.

20 giugno; 11 luglio; 19 settembre; 28 ottobre 2022 (straordinario)

Il corso si tiene assieme al Prof. O. Vox. Membri della commissione di esame: Proff. S. Delle Donne, A. Manieri, O. Vox.

Il corso si tiene assieme al Prof. O. Vox.  Il corso si articola in questi quattro temi guida:

  1. storia del font Unicode e sue caratteristiche generali e in specifico sul sistema operativa Windows o MacOs;
  2. le banche dati testuali greche e latine disponibili sul web e loro modalità di utilizzo; in particolare, per i testi letterari: TLG-Irvine; POxy Oxyrhynchus Online; Perseus Projet; PHI 5 Latin texts; IntraText; Bibliotheca Teubneriana Latina (BTL); Library of Latin texts (LLT); Bibliotecha Augustana; Digital Library of Late Antiquity Late Texts (DigilibLT); in particolare per i testi documentari: PHI 7 Greek Inscriptions; Papyri.info. Epigraphische Datenbank Heidelberg (EDH) for Latin inscriptions; Progetto EAGLE; le banche dati testuali sul web tramite i servizi del Siba di UniSalento;
  3. i dizionari e le grammatiche, sintassi o commenti digitali per il greco e il latino: LSJ, DGE, Trapp; Short-Lewis
  4. le banche dati di tipo bibliografico sul web e modalità di utilizzo: Année philologique; Gnomon Bibliographische Datenbank; Byzantinische Bibliographie Online; Bibliographie papyrologique en ligne; CeDoPal. Centre de Documentation de Papyrologie e MP3; jstor etc.; il servizio Summon del Siba di Unisalento.
  5. L’annotazione digitale per lavorare sui testi dal livello lessicale a quello ecdotico ed esegetico-interpretativo: lo strumento Euporia del Laboratorio di Antropologia del Mondo Antico di Pisa e del CoPhilLab del CNR

Alquanto invecchiati, ma comunque utili specie per le banche dati che sono nate da tanti anni:

  1. Kybernetes: il greco classico in rete: una guida ai siti internet che ospitano il greco classico, a cura di Roberto M. Danese, testi di Valentina Millozzi, Andrea Bacianini, Alessio Torino; con aggiornamenti di Tra Volumen e byte, Rimini 2004;
  2. Scienze dell'antichità per via informatica. Banche dati, Internet e risorse elettroniche nello studio dell'antichità classica, con contributi di U. Rausch e un'introduzione di F. Montanari, Bologna 2002 (versione italiana, aggiornata ed ampliata di Altertumswissenschaften digital);
  3. Guida al greco antico su internet, a cura di Luciano Stupazzini, Bologna 2002;
  4. G. Re, G. Mugelli, A. Taddei, “Annotazione digitale di testi antichi. Lingue antiche e Digital Humanities, tra ricerca e didattica”, Umanistica digitale 9, 2030, pp. 35-60;
  5. G. Mugelli, G. Re, A. Taddei, Lingue antiche e Digital Humanities. Annotazione digitale dei testi tra ricerca e didattica à http://aiucd2019.uniud.it/wp-content/uploads/2019/10/Mugelli-Re-Taddei.pdf.

Ad ogni modo durante il corso verrà fornita una sitografia commentata di riferimento oltre che di aggiornamento.

Semestre

Tipo esame
Non obbligatorio

Valutazione
Orale - Voto Finale

Orario dell'insegnamento
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Scarica scheda insegnamento (Apre una nuova finestra)(Apre una nuova finestra)