FISIOLOGIA AMBIENTALE

Insegnamento
FISIOLOGIA AMBIENTALE
Insegnamento in inglese
ENVIRONMENTAL PHYSIOLOGY
Settore disciplinare
BIO/09
Corso di studi di riferimento
SCIENZE AMBIENTALI
Tipo corso di studio
Laurea Magistrale
Crediti
6.0
Ripartizione oraria
Ore Attività frontale: 50.0
Anno accademico
2020/2021
Anno di erogazione
2020/2021
Anno di corso
1
Lingua
ITALIANO
Percorso
PERCORSO COMUNE
Docente responsabile dell'erogazione
LIONETTO Maria Giulia

Descrizione dell'insegnamento

Nozioni di base di Fisiologia Generale

Il corso si articola in tre parti:
-    una prima parte in cui sono analizzate le risposte fisiologiche degli organismi alla variabilità di alcuni fattori ambientali quali: osmolarità del mezzo acquatico, disponibilità di acqua in ambiente terrestre, disponibilità di ossigeno, temperatura; 
-    una seconda parte in cui sono indagate le risposte fisiologiche degli organismi all’esposizione a contaminanti chimici ambientali sia organici che inorganici
-    una terza parte in cui sono studiati gli effetti biologici delle radiazioni elettromagnetiche. 
 

Il corso ha come obiettivo quello di fornire agli studenti le conoscenze di base della fisiologia ambientale approfondendo gli aspetti relativi alle risposte fisiologiche degli organismi agli inquinanti chimici ambientali
Il corso permette di sviluppare notevoli capacità applicative attraverso l’utilizzo di strumenti tecnici basati sull’utilizzo di bioassays e biomarker in organismi bioindicatori ai fini dell’analisi del rischio ambientale.
Le competenze acquisite attraverso il corso di Fisiologia Ambientale supportano le professioni riguardanti le valutazioni ambientali, le certificazioni ambientali, il campionamento e monitoraggio dei sistemi ecologico-ambientali. Il corso permette di sviluppare autonomia di giudizio e abilità comunicative, fornendo allo studente competenze per promuovere l’educazione ambientale e le politiche ambientali in enti territoriali.
 

Sono previsti 5 CFU di lezioni frontali (40 ore) e 1 CFU di esercitazioni (12 ore). La lezione frontale viene tenuta di norma con l’ausilio di presentazioni PowerPoint.

Il conseguimento dei crediti attribuiti all’insegnamento è ottenuto con esame integrato che prevede una prova orale con votazione finale in trentesimi ed eventuale lode e  consegna di una relazione scritta sulle esercitazioni di laboratorio svolte. Nel corso della prova orale si valutano i risultati di apprendimento complessivamente acquisiti dallo studente. La votazione finale è espressa in trentesimi, con eventuale lode.
Nell’attribuzione del punteggio finale si terrà conto del livello di conoscenze teorico/pratiche acquisite, della capacità di applicare le conoscenze teorico/pratiche acquisite, dell’autonomia di giudizio, delle abilità comunicative. In particolare, il 60% del punteggio viene attribuito sulla base delle conoscenze acquisite, il 20% del punteggio è basato su risposte a domande inerenti applicazioni pratiche, il 10% è riferito all’autonomia di giudizio e il 10% alle abilità comunicative.

Si comunica che al momento e fino a nuove disposizioni l’esame si svolgerà in modalità on line, seguendo le indicazioni previste dal DR 197/2020. Occorre registrarsi alla piattaforma Microsoft Teams, secondo le indicazioni pubblicate alla pagina https://www.unisalento.it/lezioni-online (Documentazione: Guida a Microsoft Teams per lo studente). 

Risposte fisiologiche alla variabilità ambientale. Omeostasi, conformismo e regolazione, campo di tolleranza e di resistenza, adattamento e acclimatizzazione.  Temperatura e metabolismo energetico. Limiti di temperatura per le forme viventi. Determinanti del calore corporeo e della temperatura corporea. Scambi di calore tra organismo e ambiente esterno. Adattamenti alle temperature estreme. Organismi endotermi ed ectotermi Acqua e regolazione osmotica. Scambi di acqua tra l’organismo e l’ambiente esterno. Organismi osmoregolatori e osmoconformi. Osmoregolazione in ambienti acquatici. Osmoregolazione in ambienti terrestri. Ossigeno e metabolismo ossidativo. Respirazione in ambiente acquatico. Respirazione in ambiente terrestre. Meccanismi di trasporto dei gas. Risposte fisiologiche all’ipossia. Inquinanti chimici e risposte fisiologiche dell’organismo. Meccanismi di detossificazione (biotrasformazione, chelazione). Effetto degli inquinanti a livello cellulare, tissutale e sistemico. Distruttori endocrini. Biomarkers molecolari e cellulari come indici di stress chimico ambientale. Saggi ecotossicologici e loro applicazione nel monitoraggio ambientale. Effetti dei campi elettromagnetici sulla fisiologia degli organismi animali.

-A. Poli, E. Fabbri, G. Calamita, G. Santovito, T. Verri. Fisiologia Animale. EdiSES, Napoli, 2014

-L. Sherwood, H. Klandorf, P. Yancey. Fisiologia degli animali. Zanichelli, Bologna, 2006
- W.C.H. Hopkin, S.P.Sibly, R.M. Peakall. Principles of Ecotoxicology. Taylor and Francis, 2006
 

Semestre
Secondo Semestre (dal 08/03/2021 al 18/06/2021)

Tipo esame

Valutazione
Orale

Orario dell'insegnamento
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Insegnamento padre
FISIOLOGIA AMBIENTALE E IGIENE AMBIENTALE (LM60)

Scarica scheda insegnamento (Apre una nuova finestra)(Apre una nuova finestra)