LABORATORIO DI ATTIVITA' ESPRESSIVE

Insegnamento
LABORATORIO DI ATTIVITA' ESPRESSIVE
Insegnamento in inglese
Expressive Activities Workshop
Settore disciplinare
NN
Corso di studi di riferimento
EDUCATORE SOCIO-CULTURALE
Tipo corso di studio
Laurea
Crediti
1.0
Ripartizione oraria
Ore Attività frontale: 10.0
Anno accademico
2018/2019
Anno di erogazione
2020/2021
Anno di corso
3
Lingua
ITALIANO
Percorso
PERCORSO COMUNE
Docente responsabile dell'erogazione
ARMENISE Gabriella

Descrizione dell'insegnamento

Nessuno. Non è vincolato a propedeuticità

Nozioni teoriche e pratiche necessarie per far sviluppare concretamente la capacità di lettura, interpretazione e impiego delle fonti proposte (in ambito didattico), mediante un percorso che da un progetto iniziale, attraverso fasi ben chiare (preventivamente definite e tutte operative), conduca gli allievi alla realizzazione di un prodotto finale (come frutto delle attività laboratoriali). Il laboratorio prevede delle esercitazioni pratiche guidate, individuali e/o di gruppo su un campionario di fonti che saranno sottoposte all’attenzione degli allievi, mediante una discussione seminariale. Le attività laboratoriali rappresentano un momento significativo di relazione interpersonale e di collaborazione costruttiva davanti a compiti concreti da svolgere, uno spazio in cui non solo viene stimolata la creatività, la progettualità e la cooperazione, ma anche consolidata l’autostima e valorizzati tutti i campi di intelligenza.

Argomento del laboratorio: “Promozione della lettura critico-riflessiva e creativa”

Il laboratorio mira a far acquisire le nozioni teorico-pratiche necessarie per consentire agli allievi lo sviluppo di peculiari competenze e abilità legate alle attività espressive. Altri obiettivi attesi:

a) Conoscenze e comprensione: 1) acquisizione di nozioni teoriche pratiche utili allo sviluppo di peculiari competenze e abilità legate alle attività espressive, unitamente all’acquisizione di conoscenze disciplinari specifiche dell’insegnamento, conseguenti al confronto con i testi proposti dalla Docente; 2) comprensione e organizzazione delle informazioni ricevute (in campi di conoscenza sistematici).

b) Capacità di applicare conoscenze e comprensione: 1) capacità di trasferire gli apprendimenti in domini cognitivi differenti; 2) capacità di analisi e sintesi delle informazioni; 3) capacità di acquisire, organizzare e riformulare dati e conoscenze; 4) capacità di lavorare in gruppo; 5) capacità di elaborare un progetto di lavoro da sviluppare in momenti successivi e con l’utilizzo di differenti modalità comunicative.

c) Autonomia di giudizio: capacità di interpretare le informazioni in maniera critica e, successivamente, riuscire ad agire o a prendere decisioni in maniera autonoma.

d) Abilità comunicative: 1) capacità di trasmettere dei contenuti o delle idee in forma scritta o orale in modo chiaro e corretto; 2) capacità di utilizzare differenti modalità comunicative: esposizione orale, elaborato scritto, utilizzo di strumentazione multimediale.

e) Capacità di apprendimento: capacità di apprendere in maniera continuativa e di gestire argomenti complessi.

Discussioni seminariali ed esercitazioni pratiche guidate, individuali e/o di gruppo.

Materiale didattico: Libro o parti di libro sull’argomento del laboratorio. Eventuale materiale didattico sarà messo a disposizione degli allievi in forma cartacea o reso disponibile on line sulla scheda personale docente.

Prova orale: discussione di una breve tesina o di un progetto di lavoro e spiegazione/dimostrazione del lavoro prodotto durante l’esperienza laboratoriale. Nel corso della discussione lo studente dovrà dimostrare una approfondita conoscenza delle tematiche oggetto di studio, nonché l’acquisizione di capacità interpretative, critiche, rielaborative ed espositive. La valutazione, in generale, è diretta alla verifica del raggiungimento dei seguenti obiettivi formativi: 1) conoscenze disciplinari; 2) capacità di analisi e sintesi; 3) capacità di interpretazione 4) capacità di argomentazione; 5) autonomia di giudizio; 6) correttezza della terminologia disciplinare; 7) padronanza degli strumenti metodologici.

La verbalizzazione dell’idoneità conseguita si svolgerà contestualmente alla conclusione dell’esame orale.

Gli studenti possono prenotarsi per l’esame finale utilizzando le modalità previste dal sistema VOL. Si richiede la prenotazione (esclusivamente on line, tramite la procedura informatizzata di Ateneo) con anticipo rispetto alla data di inizio appello. L’orario dell’appello indica l’apertura della sessione d’esame. Per le date degli appelli d’esame si rimanda al calendario generale degli appelli – pubblicato sul sito dedicato – e, nel caso specifico, la Docente segnalerà le date dei propri appelli nella voce “Notizie”.

Per le date degli appelli d’esame si rimanda al calendario generale degli appelli – pubblicato sul sito dedicato – e, nel caso specifico, la Docente segnalerà le date dei propri appelli nella voce “Notizie”.

1) Promozione della lettura ed educazione sentimentale ed estetica 2) Le storie necessarie 3) Educazione tra pari nella formazione del pensiero; 4) Competenze narrative e sguardo ermeneutico: prospettive di riflessività professionale; 5) La narrazione come pretesto per educare; 6) Didattica e metodologia; 7) Potenzialità didattiche per la costruzione di un contesto (comunità) di apprendimento; 8) Centralità dell’esperienza del fare (più propriamente del “fare insieme”); 9) Costruzione di approcci di insegnamento; 10) Dimensione espressiva ed artistica; 11) Spazi dell’immaginazione; 12) Proposte per la costruzione di un percorso atto a stimolare l’espressività e la creatività; 13) Valenza educativa dei percorsi di educazione alla creatività e di promozione della lettura critica e riflessiva.

Parte teorico-pratica:

G. Cristofaro, Perché narrare le fiabe, Anicia, Roma, 2016 (in particolare: cap. primo: L’importanza di lasciarsi trasportare dalle fiabe; cap. secondo: Paure e fiabe; cap. terzo: La fiaba come ponte tra culture; cap. quarto: L’educazione ambientale tra fiabe e racconti; Capitolo settimo: Storie di bulli e bulle);

R. T. Bruno, Insegnare con la letteratura fiabesca. Introduzione teorica e applicazione pratica, Gruppo Editoriale Raffaello, 2018;

Per lo svolgimento delle attività laboratoriali (alcune storie scelte come pretesto dai volumi di seguito segnalati):

 1) J. Saramago, Il più grande fiore del mondo, Feltrinelli Kids, 2001; 2) G. Rodari, Tante Storie per giocare, Einaudi Ragazzi, 2011; 3) C. Rodia, Racconti di vita e di avventura, Adda Editore, 2020.

Semestre
Primo Semestre (dal 21/09/2020 al 15/01/2021)

Tipo esame
Non obbligatorio

Valutazione
Scritto - Giudizio Finale

Orario dell'insegnamento
https://easyroom.unisalento.it/Orario

Scarica scheda insegnamento (Opens New Window)(Opens New Window)